20 Maggio 2020 ore 18.30

Lucilla Giagnoni: Vespri danteschi – Oltre l’umano


Dopo Inferno e Purgatorio si entra in PARADISO. Da martedì 19 maggio tutti i giorni alle 18.30 dal Teatro Faraggiana di Novara, su YouTube – Lucilla Giagnoni channel. «Trasumanar significar per verba / non si porìa; però l’essemplo basti / a cui esperienza grazia serba (I Par, vv. 70-73).Nella Divina Commedia il Paradiso è la cantica della visione. Inferno/Purgatorio/Paradiso: un viaggio per vedere il proprio volto. Vedere il proprio volto. Non come in un meeting su zoom o su skype, ma dopo aver fatto un cammino, un lavoro d’arte su se stessi, che per la Commedia è una “con-versione”. Un cambio di sguardo e un cambio di direzione. Il Paradiso non chiude affatto con l’immobile contemplazione delle stelle. Le stelle sono ciò che ci mette in cammino. Il de-siderio. […] Dante scrive il Paradiso quando ha perso tutto: famiglia, patria, è esiliato e condannato a morte, (una condizione ben peggiore della nostra ora) eppure è convinto che, attraverso il dono di un’opera d’arte, si possa creare una comunità di umani dallo sguardo capace di superare i limiti dell’umano, che per noi oggi è abbracciare tutta la comunità del vivente. Aspettando il 15 giugno, io finisco la mia opera: inseguo il mio desiderio ed esploro fino in fondo il Paradiso. Voi, mossi da chissà quali stelle, come vi sentite? Siete ancora umani o state già diventando tras-umani?» (Lucilla Giagnoni).

Print Friendly, PDF & Email