1 aprile 2017 ore 9.30

Belvedere Lina Mangiacapre, artista femminista


Napoli. L’Associazione Le Tre Ghinee/Nemesiache è lieta di invitare alla cerimonia di intitolazione “Belvedere Lina Mangiacapre, artista femminista” alle ore 9.30 di sabato 1° aprile 2017 in via Posillipo, lato mare (altezza civico 44, nei pressi di Piazza San Luigi); nel pomeriggio alle 17.30, presso la galleria Al Blu di Prussia in via Filangieri 42, ci sarà un “Incontro di poesia per Nemesi” seguito dalla proiezione del film Lina Mangiacapre artista del femminismo di Nadia Pizzuti. L’intitolazione del Belvedere è una “consacrazione toponomastica” che riconosce l’importantissima realtà storica e culturale del femminismo a Napoli e non solo! Lina Mangiacapre/Nemesi amò profondamente Napoli a cui dedicò gran parte delle sue profonde e complesse analisi politiche e filosofiche. L’arte è da lei concepita come il principale strumento per la rivoluzione. La ricerca sul Mito, l’invenzione della “psico-favola” e le poliedriche produzioni artistiche, sono testimonianze del suo singolare e ininterrotto impegno per il riscatto dell’universo femminile. Laureata in filosofia, ha percorso e nutrito il panorama culturale femminile, napoletano e internazionale, nelle sue molteplici espressioni e sfaccettature: è stata, infatti, giornalista, scrittrice, musicista, sceneggiatrice, regista e pittrice. Le è stata dedicata una sezione al National Museam of Women in the Arts di Washington. Il premio cinematografico “Elvira Notari”, da lei ideato e attribuito durante la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, sospeso nel 2002, anno della sua morte, è stato   ripreso, nel 2003, con il suo nome: “Premio Lina Mangiacapre” ed è tuttora assegnato a Venezia e consegnato a Napoli.

Print Friendly