10 Maggio 2001

Riflettendo su alcune parole chiave

Gabriella Lazzerini, Annamaria Rigoni, Elisabetta Marano,Elisabetta Romano e Sara Gandini

L’apertura di questa conferenza mi ha spinto a riprendere alcune parole “chiave”, usate e forse abusate in questi anni, per cercare di capire se hanno ancora un significato oggi per me e quale è questo significato. >

1 Marzo 2001
Via Dogana n. 54

Uomini in debito

Alberto Leiss

“Il maschio non ha il senso del bene e del male, non ha coscienza morale, che può nascere solo dalla capacità di comprendere gli altri…non ha fiducia nel suo Io inesistente, è costretto a essere competitivo per natura, è incapace di collaborare: ha bisogno di una guida e di un controllo esterni. Per questo ha istituito le autorità – preti, esperti, padroni, capi, ecc. – e il governo.” >

1 Marzo 2001
Via Dogana n. 54

Potere insieme

Dino Leon

Vedo che qualcuna obietta che il linguaggio della differenza è difficile e qualcun’altra: perché dovremmo rifiutare i finanziamenti europei? Il linguaggio è difficile perché nuovo, ma ne vale la pena, è illuminante e supremamente convincente per chi ha la pazienza e l’interesse di approfondire. Per quanto riguarda i finanziamenti europei, dico di sì, per le ragioni che risulteranno chiare alla fine di questo scritto. >

1 Marzo 2001
Via Dogana n. 56/57

Due sessi, un mondo

Lia Cigarini

Scrivo questo articolo sulle relazioni di differenza – termine con cui nomino le relazioni di scambio politiche e affettive con uomini- in un contesto politico dove si rende visibile un movimento che contesta le attuali forme di sviluppo del capitalismo. >

1 Febbraio 2001

Desiderio maschile e libertà delle donne

Orazio Leggiero

Accade qualche volta di essere contenti e finanche di esultare quando si sbaglia una previsione. E’ accaduto a me la mattina del 13 febbraio, a Bari, quando mi sono trovato di fronte al serpentone composito e variopinto della manifestazione Se non ora, quando? “Non è possibile!”, ho esclamato stupito e incredulo. “Ma guarda, ci sono anche tantissimi uomini”. Ed è proprio qui che si giocava la scommessa: sulla presenza maschile. >

1 Ottobre 2000
Marea

Frequentare il desiderio maschile

Stefano Ciccone

Se la rivista marea mi ha chiesto un intervento sul tema dei conflitti non è in riferimento a mie particolari competenze ma ad una frammentaria esperienza che in tempi e forme diverse ha riguardato alcuni uomini ed a cui ho partecipato.

>

13 Aprile 2000
l'Unità

Io donna non saro’ piu’ te uomo

Bruno Gravagnolo intervista Luce Irigaray

Pensare la “differenza”. E’ dai primordi del pensiero che l’Occidente ci
prova. Il problema se lo ponevano i presocratici, che tentavano, con
Talete, Anassimandro e Anassimene, di ridurre a un medesimo principio la
varieta’ degli elementi naturali: terra, acqua, aria, fuoco. >

1 Settembre 1999
Via Dogana n. 54

Del lavoro, non del capitale

Dino Leon

Lia Cigarini (VD 43) propone un lavoro politico sul simbolico (sulla relazione), perché la relazione sia un significante alternativo ai grandi significanti del capitalismo: capitale, salario, lavoro, mercato. E si contrapponga alla competitività, che è l’eccitazione del desiderio maschile che spiega capitale, lavoro, ecc., mentre, dice Lia, “è un dramma per le donne”. >