28 Novembre 2007
il manifesto

Protagoniste per un giorno

Lorenza Favaro

Domenica ho letto l’articolo di Daniela Preziosi sulla manifestazione delle donne a Roma e condivido la sua lettura dei fatti. >

27 Novembre 2007
Il manifesto

Le monopoliste della politica

«Poche, arrabbiate, violente, sciagurate, cretine». Anzi: «cretinamente e assurdamente violente». Spero che Giovanna Melandri, ministra della Repubblica, si sia riletta su Repubblica di domenica e sia rinsavita, o almeno si sia accorta di aver passato il segno. >

27 Novembre 2007

NUTRIRSI di FIDUCIA per FERMARE la VIOLENZA CONTRO le DONNE

Giovanna Providenti ci ha fatto avere questo contributo che sarà pubblicato si Noi donne, nel gennaio del 2008.

Osare amare se stesse e pronunciarsi ‘per’ invece che ‘contro’ sono le prime regole di un efficace decalogo di autodifesa contro la violenza alle donne, come dimostra il personaggio di Modesta. >

27 Novembre 2007
il manifesto

Le monopoliste della politica

Ida Dominijanni
«Poche, arrabbiate, violente, sciagurate, cretine». Anzi: «cretinamente e assurdamente violente». Spero che Giovanna Melandri, ministra della Repubblica, si sia riletta su Repubblica di domenica e sia rinsavita, o almeno si sia accorta di aver passato il segno. >

27 Novembre 2007

Nutrirsi di fiducia per fermare la violenza contro le donne

Giovana Providenti Il 25 novembre è stata la “giornata internazionale per l’eliminazione di tutte le forme di violenza contro le donne”: nel 1999 l’ONU, accogliendo una richiesta dei movimenti femministi, ha deliberato questa data in memoria di tre attiviste politiche della Repubblica Dominicana, le sorelle Mirabal, che nel 1960 sono state seviziate e assassinate dai militari mentre si recavano a far visita ai loro mariti, in carcere per motivi politici.

>

26 Novembre 2007
il Riformista

Ma il vento dell’antipolitica non c’entra nulla

Paolo Franchi

Sabato c’è stata, a Roma, una grande manifestazione, tantissime donne, anche anziane, tantissime ragazze, anche giovanissime. Tv e giornali se ne sono occupati soprattutto per due aspetti. >