28 Ottobre 1998
il manifesto

Intervista a Oriella Savoldi

La vostra critica alla democrazia formale sfocia quasi nel rifiuto dei principi e delle pratiche della democrazia rappresentativa. Non ti sembra un azzardo, visto che nel sindacato si stenta persino a praticare il principio “una testa-un voto”? >

28 Ottobre 1998
il manifesto

La leva del desiderio

Iaia Vantaggiato

Cosa accade quando l’esortazione a Non credere di avere dei diritti si specifica nell’invito più puntuale a non credere di avere dei diritti del lavoro? >

1 Marzo 1998
Via Dogana n. 37

Pratiche politiche per creare libertà

Lia Cigarini e Maria Marangelli

Per storia personale siamo sempre state attente alla riflessione e alle lotte del lavoro.
Negli ultimi anni molte donne sono state coinvolte in questa riflessione, convinte che conosce il lavoro chi ha esperienza del lavoro e rompendo con l’idea che esso sia materia di esperti e sindacalisti/e. >

1 Marzo 1998
Via Dogana n. 37

Più narrazione, meno rappresentanza

Intervento del Gruppo Lavoro di Milano al convegno Luhmi 1997

Moltissimi lavoratori, anche dipendenti, soffrono di una realtà fatta di solitudine, di difficoltà di relazione con chi svolge lo stesso tipo di lavoro. >

1 Marzo 1998
Via Dogana n. 37

I numeri delle donne al lavoro

Paola Plet e Donatella Barberis

A partire dagli anni 60 in tutta Europa si inizia a registrare la presenza significativa delle donne nel mercato del lavoro e da allora questo dato si è mantenuto con andamento positivo e in continua crescita, tale da far dire che “l’aumento della popolazione attiva in Europa almeno da dieci anni, riposa sull’esplosione dei tassi di attività delle donne ..” >

1 Marzo 1998
Via Dogana n. 37

Una misura già pubblica

Maria Bucci e Chiara Eusebio

Un tecnico comunale dice : “Oggi non ho fatto niente perché non ho scritto nemmeno una delibera”. Alla domanda “come hai passato il tempo?” risponde: “Ho parlato con sei cittadini che avevano problemi e li ho risolti tutti senza passare per la burocrazia”. >

1 Marzo 1997
Via Dogana n. 30

La femminilizzazione del lavoro

Maria Marangelli

Faccio sindacato da anni e verifico intorno a me una povertà di analisi e di pratiche. A giudizio mio e di tanti altri queste pratiche e queste analisi non sanno star dietro alla realtà che cambia. Infatti, nel sindacato, e per di più in ritardo, del cambiamento si coglie solo quello originato dalle riorganizzazioni delle imprese e dalla competizione capitalistica a livello mondiale.

>

30 Settembre 1995
Via Dogana n. 23

Si può fare

Maria Bucci
funzionaria FP-CGIL, Pescara

Come sindacalista mi occupo degli enti locali a Pescara. Non tutto il lavoro delle impiegate e impiegati nel pubblico impiego può essere classificato come parassitario. Che la Pubblica Amministrazione risponda per lo piú a logiche interne burocratiche corrisponde al vero, ma è anche vero che la buona volontà dei singoli, quel piú di impegno, di competenza e a volte di creatività che alcuni/e mettono in gioco, evitano il collasso dei servizi pubblici. >