8 Dicembre 2012
il manifesto

La speranza è cooperativa. Donne (e export) nel futuro delle medie imprese

Chiara Ricci
Moltissime ombre e poche luci dal rapporto Censis per quanto riguarda il sistema produttivo italiano. Di fronte alla crisi gli unici segni positivi arrivano dal mondo delle cooperative, dalla media impresa con una spiccata vocazione all’export, e dal settore delle Ict, in particolare delle applicazioni Internet, dove pure gli avviamenti (“start-up”) lo scorso anno sono stati soltanto 800.

>

16 Luglio 2012
e-mujeres.net

Conciliazione: per chi e a quale prezzo?

di Lourdes Pastor Martínez

Oggi, che non è il 25 novembre (Giorno contro la violenza verso le donne) e nemmeno l’8 marzo (Giorno internazionale delle donne), oggi, un giorno qualsiasi del mese di luglio, ai servizi informativi della televisione pubblica è parso bene dedicarsi un pochino alle donne.

>

16 Giugno 2012

Un’idea del lavoro è finita?

Il lavoro come rapporto sociale fondamentale che trasforma il mondo e la natura? Che produce ricchezza e libera gli uomini? Che fonda le comunità, gli dà un’etica e garantisce le identità individuali? Che qualifica la cittadinanza e dà accesso a diritti? >

20 Maggio 2011

Quali sono gli obiettivi dell’Agorà?

Da maggio 2011 l’Agorà del lavoro è un luogo di incontro e discussione aperto a uomini e donne. E’ un luogo autorevole che vogliamo far crescere a Milano…

>

20 Maggio 2011

Che cos’è l’Agorà del lavoro?

Una piazza concreta e simbolica, un luogo fertile e radicato nella città di Milano, uno stabile terreno di incontro, a cadenza mensile, dove il lavoro che cambia diventa protagonista.

>

8 Aprile 2011

Per ripensare il lavoro e la politica

Giordana Masotto
intervento in occasione del convegno ARS “Vite al lavoro. Donne e uomini nella crisi: letture e proposte del femminismo italiano”, Camera del lavoro >

2 Ottobre 2010
il manifesto

Un’ultima chance per il bene comune

Cosma Orsi

La parola a Daniela Parisi
Regole internazionali nuove per la finanza, attenzione alle condizioni dei lavoratori e una riforma etica della democrazia. >