4 Marzo 2016

Non è proibizionismo, è una conquista di civiltà

di Silvia Baratella
Claudio Vedovati ha pubblicato recentemente un intervento che ha il merito di rilanciare pregevoli riflessioni ed elaborazioni femministe degli anni ’90 su nuove tecnologie e riproduzione che credo ancora utili e importanti. >

27 Febbraio 2016

L’appello internazionale contro la maternità surrogata

di Daniela Danna
Ho aderito alla Carta per l’abolizione universale della maternità surrogata, che è stata proposta e aperta alla firma di associazioni e anche cittadine/i il 2 febbraio a Parigi presso l’Assemblea Nazionale (http://abolition-gpa.org/). >

26 Febbraio 2016

L’Europa delle Città Vicine, convegno del 21 febbraio 2016 a Roma

di Franca Fortunato
L’Europa delle Città Vicine è il titolo del convegno che ha visto, domenica 21 febbraio 2016 alla Casa Internazionale delle donne di Roma, circa centoventi donne e uomini, più donne che uomini, provenienti da molte città, misurarsi sulla crisi dell’Europa e sulle prospettive e possibilità, a partire dalle esperienze già in atto, di aprire nuove vie per un’Europa più vicina alle vite, ai bisogni, ai desideri. >

18 Febbraio 2016

Libere da violenza e militarizzazione

di Anna Di Salvo
Ripropongo oggi lo scritto Libere da violenza e militarizzazione pubblicato nel n.2 del 2014 della rivista “Viottoli” >

12 Febbraio 2016

Oltre Parigi, 2 febbraio 2016

di Luciana Piddiu
Dopo aver assistito alle Assises di Parigi per l’abolizione universale della maternità surrogata, penso al contrario che lo scenario prospettato da Ishiguro potrebbe fra non molto diventare realtà, a sentire i dati forniti sull’enorme giro di affari che ruota intorno a questo genere di economia. >

6 Febbraio 2016

‘Alla ricerca di Camille Claudel’

di Ombretta De Biase
Una ‘ricerca’ perfettamente riuscita grazie al potere evocativo di una messa in scena che riesce a coniugare una rigorosa narrazione documentale ad una originale visione drammatizzata della complessa personalità di Camille Claudel, donna di genio votata alla scultura ma, infine, impietosamente mutilata, più che dal suo amante e mentore, lo scultore Rodin, da un’altra donna: sua madre. >

29 Gennaio 2016

Bambini in orfanotrofio: forse è detto in buona fede ma è proprio sbagliato

di Clara Jourdan
In questi giorni di discussione sul disegno di legge che istituisce l’unione civile tra persone dello stesso sesso, mi è capitato di ascoltare per radio l’intervista a una simpatica bambina, figlia, con tre fratelli, di una «famiglia lesbica», che dopo allegre battute a un certo punto ha detto: «C’è bisogno della legge perché se la mamma S. muore, ci mandano all’orfanotrofio e noi non vogliamo andare all’orfanotrofio». >