17 Dicembre 2018

L’emendamento contro la maternità surrogata non passa per un errore ma ha la maggioranza

di Francesco Carboni
Ti contatto come Responsabile per l’attività di Advocacy degli uffici europei della World Youth Alliance (WYA), un’organizzazione che opera a livello mondiale con più di un milione di giovani membri, di cui ben 300.000 in Europa. Da anni ci occupiamo della difesa della Dignità umana nel contesto delle Nazioni Unite, delle Istituzioni Europee, del Consiglio d’Europa, e di altre organizzazioni internazionali. >

6 Dicembre 2018
Linkiesta

I soldi contro la violenza alle donne? Vanno a cantanti, rugbisti e calciatori

di Lidia Baratta
Mentre i centri antiviolenza arrancano, associazioni e onlus si sono buttate nella difesa delle donne vittime di violenza. Basta guardare gli 11,7 milioni distribuiti dal Dipartimento Pari opportunità tra società sportive, comuni, enti religiosi e agenzie di comunicazione. >

6 Dicembre 2018
Liberation

Una Bibbia delle donne

Stufe di veder usare la Bibbia per legittimare la “sottomissione delle donne”, una ventina di teologhe protestanti e cattoliche, proveniente da diversi paesi europei e africani e dal Québec, si sono associate per pubblicare una lettura femminista della Bibbia. >

28 Novembre 2018

La fobìa della critica

Centro di documentazione La Piralide
Il libro di Daniela Danna “La piccola principe” e la scelta di presentarlo nel nostro spazio di documentazione “La Piralide” sono stati attaccati come transfobici. Ma cosa dice di così sconvolgente questo libro?
>

25 Novembre 2018
Facebook

Voglio il tuo corpo

di Cristina Gramolini
La giornata contro la violenza sulle donne è celebrata da un peloso manifesto di Arcigay, in cui si vede un corpo senza testa di donna incinta che tiene la mano sulle mani unite di due uomini e in piccolo la frase “L’espressione utero in affitto è violenza che si annida nel linguaggio”.  >

14 Novembre 2018

L’adozione dell’altro padre: solo il male minore, non il superiore interesse del bambino

di Marina Terragni
Per la prima volta in Italia il Tribunale dei Minori di Milano ha concesso a un uomo di adottare i figli del partner (adozione in casi particolari) nati da utero in affitto, realizzando, è scritto nella sentenza «il preminente interesse dei minori, formalizzando da un lato una situazione di fatto già esistente, caratterizzata da un legame di affiliazione già ampiamente riconosciuto e diffusosi nel loro ambito sociale e, dall’altro, dando loro considerevoli garanzie aggiuntive rispetto all’attuale situazione». >