4 Maggio 2016
www.cinemamexico.it

Intervista a Rose Bosch regista del film Un’estate in Provenza

di Antonio Sancassani
Un’estate in Provenza è il terzo lungometraggio della regista del già acclamato Vento di primavera, Rose Bosch. Con Jean Reno, Anna Galiena, Chloé Jouannet, Hugo Dessioux, Aure Atika, Lukas Pelissier. >

4 Maggio 2016
la veranda

Le donne che catturano il sole

di Paola Giannelli
Le chiamano Solar Mamas e portano la luce nei villaggi delle località rurali di paesi come la Giordania, il Burkina Faso, la Colombia, il Belize. >

2 Maggio 2016

Un saggio (in francese) di Stefania Tarantino sui femminismi italiani

Segnaliamo che sul sito Archive ouverte HAL il 22 aprile 2016 è stato pubblicato il saggio di Stefania Tarantino La liberté et l’expérience politique des femmes face à la crise: les féminismes italiens et leurs prolongements au XXIe siècle Riportiamo anche il link in … >

30 Aprile 2016
www.27esimaora.it

Non solo il velo

di Lea Melandri
Il controllo sul corpo femminile è il denominatore comune di tutte le «culture», il fondamento del patriarcato nelle molteplici manifestazioni. Altrettanto universale è il «consenso» che le donne continuano a dare alla legge dell’uomo.
Perché le donne accettano?
Quali le vie d’uscita per una sottomissione che non viene solo da imposizioni e divieti esterni e che ha radici ancora insondate nell’oscurità dei corpi? >

29 Aprile 2016
www.diotimafilosofe.it

Le regole dell’Ancella

di Diana Sartori
Così dopo aver seguito l’accumularsi di interventi sulla gestazione surrogata, o GPA, ho ripreso in mano Il racconto dell’Ancella di Margaret Atwood >

23 Aprile 2016

Reti filosofiche femminili

E’ in rete il numero n. 87 di Segni e Comprensione, a cura di Marisa Forcina ed Elena Laurenzi, dedicato alle “Reti filosofiche femminili”. >

10 Aprile 2016
Alfabeta2

Storie di donne schiave e donne libere

di Letizia Paolozzi
La prima vicenda riguarda un distretto di Amsterdam, Nieuw West, dove pare che una solerte dirigente del personale, nella smania di compiacere la comunità islamica locale, abbia spedito una mail alle impiegate allo sportello perché non indossassero gonne o vestiti che «arrivino sopra il ginocchio». >