17 Maggio 2013
Letterate magazine, n. 52, 2013

Immaginare un’altra scena. I sud, le mafie: le donne si raccontano

di Gisella Modica

Molte le suggestioni scaturite dal convegno I sud, le mafie: le donne si raccontano promosso dalla Casa internazionale delle donne con l’associazione daSud, Libera e la Società Italiana delle Letterate (Roma, 5-7 aprile 2013) che ha visto donne di diverse competenze – storiche, giornaliste, scrittrici, magistrate, amministratrici – chiamate a raccontare della propria esperienza in contesti dove le Mafie (cosa nostra, camorra,’ndrangheta) sono più radicate.

>

17 Maggio 2013
Le passioni della politica

L’intricato nodo tra felicità e politica

di Luisa Muraro

Chi si è dato alla politica per passione e non per calcolo, sa che la felicità può essere considerata una passione politica. C’è uno speciale tipo di felicità che si prova in politica, felicità vera e propria anche se diversa da quella, non frequente ma nota ai più, che dà l’amore ricambiato o da quella che dà l’estasi, di cui sappiamo quasi solo per vie indirette.

>

16 Maggio 2013
La Repubblica

I no che noi donne dobbiamo dire

di Laura Boldrini
Ci sono almeno due concetti che potrebbero essere evitati nelle cronache ormai quotidiane sulla violenza contro le donne. Il primo è il concetto di “emergenza”. C’è infatti uno strano automatismo nel nostro Paese.

>

10 Maggio 2013
Casablanca

Italia, Calabria, Decollatura: un’ottima sindaca

di Franca Fortunato
Annamaria Cardamone è stata eletta sindaca di Decollatura, un paesino di appena 50 kmq e 3.300 abitanti, situato alle pendici della Sila piccola nella provincia di Catanzaro in Calabria, alle amministrative del maggio 2011.

>

3 Maggio 2013
il manifesto

Condizioni impossibili hanno fermato Bersani

di A. Fabozzi

Intervista a Lorenza Carlassare

«Se mi chiede di trovare un filo rosso nelle vicende politiche degli ultimi giorni mi viene da rispondere: il disprezzo per i cittadini».

>

24 Aprile 2013
la Repubblica

L’eretica. Un pezzo di Barbara Spinelli

di Barbara Spinelli
Gli ultimi movimenti di Grillo, dopo la rielezione di Napolitano, sono non solo prudenti ma inquieti: quasi contratti.

>