9 luglio 2017 ore 10.00-13.30

Donne delle caverne, piccoli patriarchi e compagnia bella


#VD3 9 luglio 2017 ore 10.00

 

Donne delle caverne, piccoli patriarchi e compagnia bella

 

Invito alla Redazione allargata di Via Dogana 3

domenica 9 luglio 2017 ore 10.00-13.30

 

 

I conflitti fanno paura ma sono occasioni. Parliamo della GPA o gravidanza per altri, detta anche surrogacy, una forma di gravidanza mercenaria o alienata, accettata in certi paesi, non in Italia. Il giudizio etico e politico su questa pratica sta lacerando il movimento che si è formato con l’alleanza tra lesbiche e gay, oltre a dividere il femminismo internazionale.

La questione riguarda strettamente Via Dogana 3, poiché si tratta, in definitiva, dei rapporti tra donne e donne, tra donne e uomini nel mondo di oggi, mondo che non serve descrivere, perché domani sarà già cambiato, ma serve conoscerlo.

L’aperto conflitto tra persone a noi vicine è un’occasione per mettere fine a tanti evitamenti di comodo e per porci domande che, in parte, erano già in fila per avere la nostra attenzione. Per esempio, detto alla rinfusa: che cosa c’è dietro alle troppo insistenti accuse di omofobia? forse un bisogno di approvazione femminile? Come hanno risposto le simpatizzanti di Vendola al suo disinvolto ricorso alla GPA? Perché i gay aspirano a traguardi che fanno rivoltare nella tomba i loro antenati più illustri, come Mario Mieli? Perché il mondo lesbico non è in un rapporto di continuità con quello femminista? Quanto pesa l’attaccamento identitario al proprio gruppo? Che cosa pensano, che cosa sanno, della loro eterosessualità le femministe che la praticano come cosa ovvia?

 

Per avviare il dibattito, che è la parte privilegiata negli incontri di VD 3, ascolteremo un contributo di Alberto Leiss, preceduto da Cristina Gramolini: quest’ultima parlerà attraverso un’intervista scritta per VD 3, trovandosi lei quella stessa mattina in un’assemblea dell’Arcilesbica a Bologna proprio sui temi qui sollevati.

 

Appuntamento: domenica 9 luglio 2017 alle ore 10 presso la Libreria delle donne, via Pietro Calvi 29, Milano, tel. 02 70006265; la conclusione è prevista verso le 13.30 e sarà seguita da un pranzetto, come d’abitudine.

Print Friendly