31 ottobre 2017 ore 16.00-18.30 e 18.30-20.00

LabMi-3°stagione per la città del primum vivere

Vi invitiamo, donne e uomini, abitanti e amanti di Milano, a lavorare collegialmente nella 3° stagione di LabMI per la città del primum vivere.

Le donne, 14 Lei, ci hanno raccontato il loro modo di abitare a Milano, oggi. Ciascuna con il suo corpo sessuato, mediante le pratiche quotidiane di vita, lascia orme sullo scenario fisico di Milano e disegna la sua città che è un mondo di vita. Tutte hanno detto che Milano, a volte crudele, è amica della propria libertà. Tutte hanno scelto qualcosa secondo un’idea di primum vivere.

C’è un’idea di progetto, cioè di trasformazione di Milano, nelle parole sapienti delle donne che abbiamo ascoltato. Troviamola, interpretando ancora più a fondo le parole e la città di Lei, e diciamola collegialmente.

Per fare del primum vivere un’idea per Milano.

LabMi è stato promosso nel 2015 da: Sandra Bonfiglioli, Bianca Bottero, Maria Bottero, Emilia Costa, Ida Farè, Stefania Giannotti, Laura Minguzzi

Sarà presente, per lavorare con noi, Marina S. che ha famiglia, lavoro, impegno civile e ricorda i racconti della madre di chi abitava nei dintorni della casa quando l’Ovest era una città fabbrica. Noi porteremo la sua mappa digitale e altre carte urbanistiche e storiche.
Dalle 16.00 alle 18,30 ci divideremo in due gruppi: uno per approfondire la mappa di Lei; l’altro per disegnare una mappa generica (non precisa) ma significativa degli assetti abitativi di Milano Ovest.
Dalle 18,30 alle 20.00 ci riuniremo per cercare i caratteri significativi del suo modo di abitare secondo un’idea di libertà e di primum vivere.

 

Lettera d’invito al Martedì di LabMi 3-3°st per la città del primum vivere

Martedì 31 ottobre 2017, h16-20, Libreria delle donne, Milano Via Pietro Calvi 29,

                          Tel 02 70006265 www.libreriadelledonne.it

 

Care amiche e cari amici, vi invitiamo a lavorare assieme per predisporre i materiali fisici e interpretativi per la redazione di un libro sui modi di abitare delle donne a Milano. Martedì 31 ottobre lavoreremo con Marina Santini sui suoi materiali: racconto e mappa del suo modo di abitare nell’arco di una settimana. Faremo ciò che è descritto (cfr sotto) per tutti i martedì di LabMi che avranno pertanto la medesima struttura di lavoro. Porteremo un DaTseBao del quale parliamo di seguito e la trascrizione del racconto di Marina da distribuire perché ciascuna/o possa setacciare le frasi e i contenuti di suo interesse. LabMI del martedì si tiene dalle 16 alle 20 suddiviso in due parti 16-18,30 e 18,30-20. Questa scansione permette a chi desidera lavorare assieme di scegliere la parte e il tempo adeguato alle proprie necessità.   

 

Nel LabMI2 del 4 ott. abbiamo lavorato sul racconto di Moira, Lei presente, dalle 16-18,30. Alle 18,30-20 abbiamo discusso su come impostare il lavoro della 3° stagione. La discussione ha avuto passaggi davvero interessanti ma l’andamento è stato faticoso e la sua tenuta solo a tratti è stata fluida e chiaramente orientata a una meta interpretativa in quello che è da sempre il fuoco del problema da indagare e cioè la reciproca interferenza trasformatrice Lei abitante/Milano abitabile.

L’audio di LabMI2-3°st non è stato trascritto e lo faremo per mettere a disposizione le frasi più ricche d’indirizzi.  

Abbiamo pensato di cambiare qualcosa del nostro modo di lavorare per meglio finalizzarlo alla redazione del libro e avere una struttura di lavoro sistematica che aiuta ad imparare il gioco di cooperazione fra di noi che saremo presenti.

Abbiamo pensato di utilizzare il materiale prodotto, trascrivendo l’audio, nella discussione di sabato 17 settembre, di avvio della 3° stagione, perché era stata ricca e animata da molti interventi e anche ben finalizzati all’impostazione del librino. Abbiamo avuto tempo di farlo data la distanza fra le due date di LabMI in ottobre.

 

Tutta la trascrizione è a disposizione di chi desidera studiarla. Basta una email ad Emilia Costa e la riceverete via web, emiliacosta@consumietici.it.

 

Abbiamo setacciato le frasi più orientanti e sapienti di quella ricca discussione in una sorta di DaTseBao di lavoro, da tenere  in vista quando lavoriamo, per fare agire la sua portata di  orientamento. Man mano, aggiungeremo nel DaTseBao altre buone risoluzioni e frasi sapienti che usciranno dal lavoro nei martedì di LabMI..      

 

Proposta di lavoro per i martedì di LabMi-3° stagione

La proposta è di carattere generale. E’ tratta dalla trascrizione del “Sabato di LabMI-1, 17 sett.”, che ha lavorato sulla impostazione del librino. La trascrizione è stata fatta da Ida e Sandra. (audio 100406-001.mp3)

La proposta è anche un resoconto del lavoro svolto nella 1°e 2° stagione.

 

Il lavoro nei martedì di LabMI per il librino ha tre aspetti:

1precisare l’impostazione del librino, cioè il taglio interpretativo dei materiali e l’indice dei contenuti e l’editing.

E’ ciò che abbiamo fatto solo in parte, ma con risultati sufficientemente orientanti, sabato 17. Dalla sua trascrizione abbiamo setacciato un insieme di frasi ben orientanti che abbiamo iscritto in una sorta di Da Tse Bao di lavoro.

2completare i materiali esistenti: “Il racconto di Lei XY che abita a Milano” (disponiamo dell’audio e della trascrizione del racconto di quasi tutte le Lei, tranne 2); e “la mappa delle orme di Lei XY lasciate a Milano in una settimana di pratiche quotidiane di vita e lavoro” (disponiamo di quasi tutte le mappe, tranne 2, su carte google);

3dare spessore con un buon taglio interpretativo ai materiali: i racconti, le mappe, l’editing.   

La riflessione di sabato 17 ha orientato come lavorare:

ainterpretare ogni racconto di Lei setacciando le parole e le frasi più signficative; cercare una chiave personale del suo modo di abitare e anche di Lei in quanto donna abitante a Milano e proveniente da…e in queste condizioni…e con queste memorie e immagini interiori…. (nel Da Tse Bao abbiamo evidenziato frasi di Maria B., Luisa Mur, Laura Ming…). In altri termini destrutturare ogni racconto (Marina San) per fare emergere il cuore della relazione Lei abitante/Milano abitabile. In LabMI 2-3°st abbiamo fatto una prova con il racconto di Moira (presente in sala) e qualcosa di buono è uscito, Laura Ming ha proposto una chiave di lettura interessante. Peraltro la giornata non ha avuto una buona tenuta. Dobbiamo imparare a giocare.   

b– nello spazio urbano delle orme di Lei a Milano con al centro la sua casa, aggiungere informazioni sui caratteri abitativi della città fisica. Come facciamo questa nuova mappa abitativa e perché ha senso farla?  

 

  • dapprima indaghiamo lo spazio urbano di Lei in LabMI con l’aiuto di Lei, e delle amiche che abitano nella stessa area di Milano, usando le mappe Google per vedere gli assetti fisici (strade, piazze, architetture notevoli, quartieri chiusi con cancellate o aperti,  grandi servizi insediati e shopping mall, mercati rionali, parchi e giardini….Rifletteremo assieme sugli aspetti che ci sembrano necessari o notevoli per abitare in un luogo con una qualità di vita e lavoro;
  • poi, ancora in LabMI setacciamo i caratteri abitativi interessanti; la nuova mappa sarà disegnata fuori dalla Libreria da Lucia Zanettichini che ha fatto le mappe di 12/14 Lei in collaborazione con Emilia Costa.
  • poi, in un giorno che decidiamo, facciamo un sopralluogo a piedi e in macchina sulla stessa area. Chiederemo l’aiuto, oltre a Lei, delle partecipanti a labMI. Se Lei abita a Ovest potrebbero essere Maria Castiglioni e il gruppo che lavora sulla caserma Perrucchetti, Stefania Giannotti che ha abitato temporaneamente a Baggio in fasi diverse della sua vita e che ha ricordi precisi, almeno affettivamente. E’ superfluo dire che Bianca e Maria B. sarebbero sufficienti per fare un buon lavoro perché abitano a Ovest e hanno competenze specifiche. Ma partire dall’esperienza di donne abitanti è il nostro metodo di lavoro. Il sopralluogo ci serve per sentire sensibilmente il paesaggio, vedere le persone lì abitanti come si comportano nello spazio urbano reale, la densità dei negozi, i quartieri racchiusi da cancellate, gli affacci di uno spazio sull’altro, la città del giorno e della notte. Andiamo insieme ad abitare lì dove abita Lei e con Lei. Per vedere/sentire tutto ciò che le mappe nascondono.       

c) scegliere l’editing del librino, cfr riflessione di Mariangela fatta sabato 17 e presente nel DaTseBao. Emilia Costa ha una proposta editoriale da farci. Bianca Bottero aveva scritto una nota da assumere..

 

Orario del lavoro nei martedì di LabMI-3° stagione, due al mese.

16-20 diviso in due parti:

16-18,30 ciascuna/o presente in LabMI  setaccia le parole e le frasi chiave del racconto di una Lei che sarà presente in sala per approfondire il suo specifico modo di abitare;  

18,30-20 cercheremo con Google map alcuni caratteri abitativi dell’area urbana dove Lei ha lasciato le sue orme e con al centro la sua casa. La finalità di questo lavoro è avere una migliore interpretazione della relazione Lei abitante/Milano abitabile. La nuova carta sarà importante nell’editing per la comprensione delle mappe nel librino.

Vi aspettiamo.  

Print Friendly, PDF & Email