14 novembre 2017 ore 16.00-18.30 e 18.30-20.00

LabMi-3°stagione per la città del primum vivere

Vi invitiamo, donne e uomini, abitanti e amanti di Milano, a lavorare collegialmente nella 3° stagione di LabMI per la città del primum vivere.

Le donne, 14 Lei, ci hanno raccontato il loro modo di abitare a Milano, oggi. Ciascuna con il suo corpo sessuato, mediante le pratiche quotidiane di vita, lascia orme sullo scenario fisico di Milano e disegna la sua città che è un mondo di vita. Tutte hanno detto che Milano, a volte crudele, è amica della propria libertà. Tutte hanno scelto qualcosa secondo un’idea di primum vivere.

C’è un’idea di progetto, cioè di trasformazione di Milano, nelle parole sapienti delle donne che abbiamo ascoltato. Troviamola, interpretando ancora più a fondo le parole e la città di Lei, e diciamola collegialmente.

Per fare del primum vivere un’idea per Milano.

LabMi è stato promosso nel 2015 da: Sandra Bonfiglioli, Bianca Bottero, Maria Bottero, Emilia Costa, Ida Farè, Stefania Giannotti, Laura Minguzzi

 

Sarà presente con noi Laura M., una Lei che ha casa e famiglia nell’area Est, confinata da autostrade e binari. Ma Lei sa usare diversi opportuni trasporti e lascia impronte lungo i percorsi e gli edifici e i luoghi di molte attività.  Noi porteremo la sua mappa digitale e altre carte urbanistiche e storiche.

Dalle 16.00 alle 18,30 ci divideremo in due gruppi: uno per approfondire la mappa di Lei; il secondo per disegnare una mappa generica (non precisa) ma significativa degli assetti abitativi di Milano Est.

Dalle 18,30 alle 20.00 ci riuniremo per cercare i caratteri significativi del suo modo di abitare secondo un’idea di libertà e di primum vivere.

 

 

LETTERA DI INVITO

Care amiche e cari amici,

il 14 nov lavoriamo sui materiali di Laura Minuzzi in sua presenza.

 

Laura fu la nostra prima Lei circa 18 mesi fa. In tutto questo lungo periodo ha continuato a riflettere su di sé e la città che frequenta, cambiando opinione, ricominciando a interrogarsi, andando a vedere com’è fatto quel luogo là. Anche noi abbiamo lavorato a lungo e sistematicamente sulle sue narrazioni.  Abita a Milano Est.

Laura arriva a Milano da Ravenna in tappe successive di avvicinamento. Lungo il percorso si sposa. Dice bene cosa l’attira a Milano. Sa già chi cercare e cosa aspettarsi da Milano.   

  • h 16-18,30 leggiamo le schede interpretative del suo racconto redatte da Bianca, Maria, Laura stessa, Sandra;  e la mappa delle orme lasciate da Laura a Milano completata da Emilia  e Lucia.

Laura afferma che Milano è per lei la città del desiderio. Milano si presenta a lei, quando esce dalla sua dimora, come uno scenario fisico dove qua e là inciampa e dove qua e là si rafforzano il suo sentimento e idea di libertà.

Ci chiediamo: cosa dell’esperienza di Laura abitante risuona profondamente  in noi donne che l’abbiamo ascoltata e riascoltata?

L’esperienza di Laura che ci risuona intimamente ha forse illuminato e fatto emergere in noi un’idea solo intuita e che forse pensavamo banale? Parliamone perché forse è solo un’idea timida e affatto banale.      

Sarà presente anche Marirì Martinengo, invitata da Laura, che ha un progetto x Milano.

 

  • h 18,30-20  mettiamo a problema della discussione pubblica i nomi da dare alle diverse attività di lavoro di Laura. I tipi di lavoro che Laura svolge sono gli stessi di pressocchè tutte le Lei.     

Abbiamo invitato ad essere presenti in questa fascia di tempo alcune donne che frequentano LabMI perchè pensiamo possano guidare  la riflessione in modo approfondito.

 

Vi aspettiamo.

Print Friendly, PDF & Email