22 settembre 2018
Corriere.it

Lunga vita alle libraie e a Inge Feltrinelli


Per la mia attività di scrittore e, perciò, a mia volta, di grande lettore, negli ultimi mesi ho girato molto per librerie indipendenti in Italia, e la scomparsa di Inge Feltrinelli, mi ha fatto pensare subito a una cosa: i librai più intraprendenti e appassionate sono quasi tutte donne! E diverse anche molto giovani! Ebbene, questa credo sia la miglior prova di quanto il suo testimone da tempo sia stato raccolto e che l’esempio è la migliore eredità che qualcuno possa lasciare agli esseri umani. Posso citarne qualcuna? Doriana di ‘Amico Libro’ di Bordighera, Amanda della ‘Galleria del Libro’ di Legnano, Marta della ‘Libreria San Vittore’ di Rho, Valeria del ‘Ghirigoro’ di Garbagnate Milanese, Carla di ‘Articolo 18’ di Saronno, Anna di ‘Liberalibro’ a Valdagno, Liliana della libreria ‘Il Seme’ di Casalmaggiore, Anna di ‘Parole Dolci’ di Paderno Dugnano, Elisabetta di ‘Hellisbook’, Milano, Viviana di ‘Il Faro’, Sondrio, Francesca della libreria ‘Dietro l’Angolo’ di Arese, Cristina della ‘Scatola Lilla’ di Milano, oltre naturalmente a tutte le ragazze della ‘Libreria delle Donne’ di Milano e la mitica signora Luigia della libreria ‘Il Domani’ vicino a Piazza Cadorna a Milano.

Renato Carlo Miradoli


(Corriere.it, 22 settembre 2018)
Print Friendly, PDF & Email