28 settembre 2018

No alla GPA: una buona notizia dalla Francia, anzi due


Il 25 settembre scorso il Comitato nazionale francese di etica (CCNE) ha fatto conoscere le sue posizioni sulla nuova legge di bioetica che il Parlamento francese sarà chiamato a discutere nel 2019.

In tema di procreazione, come già in passato, il Comitato di etica si è dichiarato favorevole (consenso non unanime) alla procreazione medicalmente assistita (PMA) per le coppie di donne o le donne singole che desiderano procreare senza partner maschile, ricorrendo al dono di sperma. (Questa possibilità, in Francia come in Italia, non è prevista dalla legge in vigore.)

Per contro, il Comitato ribadisce il divieto della gravidanza per altri (GPA) e spiega la ragione etica di questo divieto (che vale in Francia come in Italia e nella maggioranza dei paesi del mondo): con la GPA si va incontro alla mercificazione del corpo umano, quello della donna e quello della creatura neonata. (Fonte: “Le Monde” 26 sett. 2018, p. 10)

 

(www.libreriadelledonne.it, 28 settembre 2018)

Print Friendly, PDF & Email