25 novembre 2018

Programma dicembre 2018 – gennaio 2019

Libreria delle donne

Via Pietro Calvi, 29 – 20129 Milano

Tel.0270006265

info@libreriadelledonne.it  www.libreriadelledonne.it

 

DICEMBRE 2018

 

domenica 2 dicembre, 10.00 – 13.30

Invito alla Redazione allargata di Via Dogana 3

La parola giusta ha in sé il potere della realtà

Dopo la Women’s march e il #Metoo, anche le recenti elezioni di midterm negli USA mostrano che nella società americana la forza del cambiamento è nelle mani della soggettività politica femminile. In questa occasione ancora una volta si è creata una proficua interazione tra ciò che dicono le donne e la risonanza data dai mass-media alle loro parole.

Questo ci dà la spinta positiva per interrogarci sul rapporto tra donne e mass media qui in Italia. Come parlano delle donne? E della politica delle donne?

Sempre più donne si accorgono che siamo immerse in una cultura misogina che cancella e sminuisce l’esperienza femminile. Il linguaggio la veicola e la riflette. «La parola giusta ha in sé il potere della realtà» ci suggerisce Mary Daly. Partiamo allora dal linguaggio come questione politica: per trovare di volta in volta le parole giuste capaci di far deperire le narrazioni tossiche per le donne.

Ne discutiamo a partire dalle esperienze di Silvia e Carlotta di NonUnaDiMeno, e di Giovanna Pezzuoli, giornalista impegnata in GiULiA.

 

 

martedì 11 dicembre, 18.30

 

Lotte politiche, storia e desiderio. Voci inseguite, ascoltate e riascoltate, di donne che tra il ‘43 e il ’47 hanno occupato le terre in Sicilia: mosse da un desiderio sproporzionato inventarono pratiche che creavano scompiglio. Non erano femministe, ma agivano come femministe. Gisella Modica, in un’esperienza che ricorda la storia vivente, cerca di sciogliere il nodo del corpo rimosso e ritorna alle interviste di 30 anni prima. Nel libro Come voci in balia del vento. Un viaggio nel tempo tra storia personale e storie collettive (Jacobelli 2017) ci racconta del suo desiderio e della sua ricerca, scrive di quelle donne senza tradirle. Con l’autrice ne parlano Marina Santini e Luciana Tavernini. Letture a cura di Donne di parola.

 

 

mercoledì 12 dicembre, 18.30

 

La Quarta Vetrina – Stagione 2018-2019. Prosegue il ciclo curato da Francesca Pasini. Artiste contemporanee raccontano la loro relazione con l’arte, i libri, le donne, i pensieri. Annie Ratti, per la sua vetrina Soggetto imprevisto, una citazione da “Sputiamo su Hegel” di Carla Lonzi, realizza una parete multicolore in pvc su cui imprime i simboli degli alfabeti informatici, e un cappello da strega che indosserà  durante il dialogo con la curatrice e il pubblico nel giorno della inaugurazione. Un’opera dell’artista in 10 esemplari accompagna l’installazione.

 

 

sabato 15 dicembre, 18.00

 

Festeggiamo il nome e l’opera di Bibi Tomasi

Il paese di calce, nuova edizione del romanzo di Bibi Tomasi (Ed. Il Dito e la Luna 2018), già pubblicato da Pratiche Editrice nel 1999. In un linguaggio affinato dalle molte riscritture, Bibi racconta una storia cruciale della sua vita: in Sicilia, tra l’autunno del 1944 e la primavera del 1945, la passione di due ragazze si contrappone all’ordine patriarcale, arcaico e mafioso.
Bibi Tomasi (Bologna 1925 – Milano 2000) è stata poeta, scrittrice, giornalista e fotografa. Tra le fondatrici della Libreria delle donne di Milano, è stata una protagonista del femminismo italiano. Incontro con le tante che l’hanno apprezzata e amata. All’appuntamento sono invitate tutte quelle e quelli che hanno voglia di cominciare a conoscerla.

 

 

domenica 16 dicembre, 14.00 – 20.00

 

Al Mercatino delle Meraviglie troverete deliziosi regali, oggetti speciali realizzati da donne che hanno a cuore le altre donne e il mondo. Borse, zaini, astucci fatti a Lesbo con i giubbotti salvagente abbandonati dalle persone migranti; abiti, accessori, oggetti d’arredo prodotti dalle donne dell’Atelier del riuso creativo di Verona; deliziose cose di carta e di stoffa,  prodotti gastronomici ed acquerelli che un’associazione di donne raccoglie e produce per sostenere bambine, bambini e mamme in difficoltà nel quartiere Calvairate. E poi ancora gioielli di pietre dure, bigiotteria creativa, stoffe africane, prodotti erboristici, vestiti, lavori a maglia di raffinata fattura, orologi Tiffany, tovagliette, segnalibri, grembiuli, cioccolato artigianale, marmellate ed altro ancora. Oltre all’ampia scelta di libri offerta dalla Libreria delle donne. Sarà bello. Vi aspettiamo!!

 

 

mercoledì 19 dicembre, 18.30

 

La radice quadrata della vita. La relazione è una delle protagoniste del romanzo di Lorella Carimali (Rizzoli 2018): relazione tra donne di generazioni diverse, tra docenti, studenti e studentesse, tra padre e figlia, tra madre e figlia, tra donne e uomini di culture diverse. L’altra protagonista è la matematica che è amica, consigliera, maestra di vita, una strada da percorrere per andare oltre stereotipi e pregiudizi e per conoscere la propria radice. Queste relazioni si intrecciano e vivono nella scuola, ambiente vitale, luogo di partecipazione, condivisione e crescita collettiva. L’autrice e la sua maestra di scrittura Francesca Paolillo sono introdotte da Maria Castiglioni e dalla studentessa Aurora Lorenzetto.

 

 

GENNAIO 2019

 

 

sabato 12 gennaio, 18.00

 

Una storia da teatro

Sonia Bergamasco attrice, regista e musicista, in conversazione con Rosaria Guacci e Liliana Rampello presenta L’uomo seme di Violette Ailhaud (Playground 2014). Il testo, in forma di “racconto di scena” da lei ideato, diretto e interpretato, sarà al Teatro Parenti dal 26/2 al 3/3 2019. Siamo nel 1919, alla fine della Prima guerra mondiale una narrazione corale racconta la guerra del 1852 con parole di donna. In un piccolo villaggio tutti gli uomini erano morti, passati per le armi….

 

 

sabato 19 gennaio, 18.00

 

La Quarta Vetrina – Stagione 2018-2019. Prosegue il ciclo curato da Francesca Pasini. Artiste contemporanee raccontano la loro relazione con l’arte, i libri, le donne, i pensieri. Alessandra Caccia presenta una composizione fotografica in cui racconta il tempo della malattia e lo sconfinamento dell’arte e della vita. Dopo l’inaugurazione segue l’incontro con l’artista e la curatrice. Un’opera dell’artista in 10 esemplari accompagna l’installazione.

 

 

mercoledì 23 gennaio, 18.30

 

Il Vesuvio universale di Maria Pace Ottieri (Einaudi 2018). Con lo sguardo curioso della vera giornalista, il talento della scrittrice e rara empatia umana, Maria Pace Ottieri firma un grande libro di viaggio nei paesi vesuviani. Ne attraversa tutte le contraddizioni, ascolta mille storie, tiene insieme passato e presente, letteratura e realtà, contrappunta tutto con scarne riflessioni, torna sulla Ortese: “Hanno trasformato l’angoscia in devozione, la malinconia in allegria esasperata, la povertà in attività sconsiderate”. Un libro magnifico. Un libro politico. L’autrice conversa con Liliana Rampello.

 

 

sabato 26 gennaio, 18.00

 

L’Associazione Lucrezia Marinelli presenta Un paese di Calabria, un film di Shu Aiello e Catherine Casella (Francia, Italia, Svizzera, 2016, 90’). A Riace, piccolo paese calabrese nella Locride sulla costa jonica, svuotato dall’emigrazione, il progetto di accoglienza nato nel 2000 insieme all’associazione Città Futura di don Giuseppe Puglisi e realizzato dal sindaco Domenico Lucano, insieme a donne, uomini migranti e riacesi, ha riportato la vita nelle case e nei vicoli abbandonati, facendo nascere piccole attività artigianali per lo sviluppo sostenibile del borgo ed accogliendo i turisti. Il documentario, premiato in numerosi festival, tra cui il prestigioso Vision du Réel, racconta questo esempio “unico” di umanità, inclusione ed accoglienza. All’incontro partecipa Maria Ripamonti che a Riace ha seguito questa esperienza. Introduce Silvana Ferrari

Print Friendly, PDF & Email