1 febbraio 2018

Programma febbraio 2018

FEBBRAIO 2018

 

Care e cari, vi comunichiamo i prossimi appuntamenti con la politica, l’arte, i film e i libri che ci aiutano a capire.

I Fuori-programma verranno tempestivamente pubblicati sul sito e comunicati a voi direttamente con la posta elettronica. Se desiderate ricevere il programma, se cambiate indirizzo o volete indicarcene di nuovi, scrivete a info@libreriadelledonne.it.

Vi aspettiamo.

 

FEBBRAIO 2018

 

 

sabato 3 febbraio, ore 18.00

Il femminismo italiano, un semiclandestino di successo. Il documentario di Giacomo Durzi e Laura Buffoni, Ferrante Fever (Italia 2017, 74’) racconta i libri e lo straordinario successo di Elena Ferrante negli Usa e in tanti altri paesi anglofoni. E, nei libri come nello straordinario successo di lei, il femminismo italiano può ritrovarsi nella sua originalità e riconoscere, al tempo stesso, l’energia di quello americano. L’arte narrativa di Ferrante ha assimilato consapevolmente e restituisce genialmente temi che ci sono ben presenti, come la relazione materna, l’autocoscienza, l’affidamento, la voglia di vincere e soprattutto il partire da sé. Abbiamo qui anche l’occasione per fare un confronto con le americane, creative noi, bravissime loro.

Presenta Silvana Ferrari. Partecipano Lia CigariniVita CosentinoRosaria Guacci…

Presenta Silvana Ferrari. Partecipano Lia Cigarini, Vita Cosentino, Rosaria Guacci…

 

 

sabato 10 febbraio, ore 18.00

 

L’Associazione Lucrezia Marinelli presenta Libere disobbedienti innamorate – In Between – Bar Bahar (Israele/Francia 2016, 96’). Il film dell’esordiente Maysaloun Hamoud di origine palestinese racconta quell’essere in mezzo delle tre giovani protagoniste, Laila, Salma e Nour: fra una società patriarcale e misogina e il loro vitale desiderio di essere pienamente se stesse; fra il passato della tradizione a cui le loro famiglie, musulmane e cristiane, si affidano e un futuro tutto loro da creare. Presenta Silvana Ferrari.

 

 

martedì 13 febbraio, dalle 16.00 alle 18.30 e dalle18.30 alle 20.00

 

LabMi-3^stagione per la città del primum vivere. Proseguono gli incontri con due momenti distinti nello stesso pomeriggio. Nella prima parte, rivediamo, completando, le Schede del modo di abitare di Laura Ming, Laura Mo, Marina, Moira. Nella seconda, prendiamo la decisione sulla revisione grafica delle mappe e l’uso di immagini nei luoghi significativi del modo di vivere di Lei. Esiste uno spazio di prossimità dell’abitare di Lei, ha confini, ha tempi d’uso caratteristici e per quali pratiche?

 

 

sabato 17 febbraio, ore 18.00

 

La Quarta Vetrina – Stagione 2017-2018. Artiste contemporanee raccontano la loro relazione con l’arte, i libri, le donne, i pensieri. Prosegue il ciclo curato da Francesca Pasini con l’opera di Bruna Esposito. Dopo l’inaugurazione segue l’incontro con l’artista e la curatrice. L’artista ha inoltre realizzato un’opera in 10 esemplari che accompagna l’installazione.

 

 

sabato 24 febbraio, ore 18.00

 

Al lavoro e alla lotta. C’era una volta un’Italia comunista che faceva paura agli americani. Oggi, si tratta solo di nostalgia oppure resta qualcosa da dire di quella grande esperienza di uomini e donne? A partire dal libro di Franca Chiaromonte e Fulvia Bandoli Al lavoro e alla lotta. Le parole del Pci (Harpo 2017), ne discutono con le autrici Liliana Rampello e Massimo Lizzi.

 

domenica 25 febbraio, ore 17.00

 

“Il sentiero dei draghi” il nuovo film scritto diretto e montato dalla regista indipendente Milli Toja, colonna sonora di Paola Molgora. E’ una fiaba leggera e profonda con un finale sorprendente. Presenta Donatella Massara. Saranno presenti la regista, le attrici, la compositrice della musica e altre partecipanti al film.

 

martedì 27 febbraio, dalle 16.00 alle 18.30 e dalle18.30 alle 20.00

 

LabMi-3^stagione per la città del primum vivere. Proseguono gli incontri con due momenti distinti nello stesso pomeriggio. Nella prima parte, mettiamo in campo due diversi formati dei caratteri editoriali, dell’editore, dell’uso via web di materiali allegati, delle immagini nella pubblicazione di LabMi. Nella seconda, Lei, Alessandra, è presente in laboratorio. È una giovane donna che lavora e ha famiglia. Cerchiamo i caratteri singolari del suo modo di abitare; aggiorniamo qualitativamente la mappa delle sue orme nei luoghi di Milano. Ci sono luoghi del cuore?

 

mercoledì 28 febbraio  ore 18.30
Cercare la madre per trovare se stesse. Quello di Colette Shammah, qui alla sua prima opera narrativa, è un percorso di ricerca e scrittura dialogante che attraversa la vita della madre che non c’è più, per arrivare a pensare se stessa, come recita il titolo, In compagnia della tua assenza (La nave di Teseo 2018). “Per me – ricorda Colette – era come Mata Hari, bella e misteriosa. Ma a volte la paragonavo ad Anna Karenina.” Dalla sedicenne ebrea di Aleppo che viene mandata sola a Parigi a studiare nell’Europa minacciosa del 1938/40, alla donna colta e indomita, esile come un tratto calligrafico giapponese, madre di quattro femmine, che approda a Milano.
L’autrice ne parla con Rosaria Guacci e Giordana Masotto.

 

La stesura del programma è curata da Luciana Tavernini e Marina Santini con la collaborazione di Laura Minguzzi

Circolo della rosa utilizza la posta elettronica per diffondere messaggi di informazione e comunicazione sulle proprie attività, senza fini di lucro.

In relazione alle Leggi 675/96, 196/2003 e successive modifiche di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, si precisa che gli indirizzi e-mail provengono da nostre socie, da conoscenze personali di amiche/i e conoscenti, da contatti avuti in occasione delle nostre attività. Se questo messaggio vi è giunto per errore o non desiderate ricevere altre comunicazioni è sufficiente rispondere alla presente e-mail con la parola “REMOVE” e provvederemo immediatamente a togliere il vostro indirizzo dall’elenco.

 

Print Friendly, PDF & Email