1 febbraio 2017

Programma febbraio-marzo

Circolo della rosa

Circolo cooperativo Sibilla Aleramo – Libreria delle donne

Via Pietro Calvi, 29 – 20129 Milano

Tel.0270006265

info@libreriadelledonne.it  www.libreriadelledonne.it

 

FEBBRAIO – MARZO 2017

 

Care e cari, eccovi i nuovi appuntamenti. Riprendono gli incontri con le scrittrici italiane, la visione di film e le discussioni proposte dall’Associazione Marinelli, i confronti sulla scienza e la politica. L’attività di LabMI per la città del primum vivere prosegue: in calce al programma trovate il calendario dettagliato.

Segnaliamo inoltre il Convegno sulla Pratica della Storia Vivente: un’intera giornata di scambi e riflessioni.

Vi preghiamo di prestare attenzione agli orari che variano a seconda delle singole iniziative, che vi verranno ricordate con una e-mail alcuni giorni prima, così come le eventuali variazioni. I Fuori-programma verranno tempestivamente pubblicati sul sito e comunicati a voi direttamente con la posta elettronica. Se desiderate ricevere il programma, se cambiate indirizzo o volete indicarcene di nuovi, scrivete a info@libreriadelledonne.it.

Come sempre Vi aspettiamo.

 

FEBBRAIO 2017

 

Mercoledì 1 febbraio, ore 18.30

 

 Scrittrici italiane.

Chi è davvero Madame Blavatsky? Eccentrica, forse avventuriera, ipnotica e capace di incantare come una gigantesca pifferaia magica la sua epoca. Celebre in tutto il mondo come fondatrice della Società Teosofica, certamente nata però mai davvero morta, alla fine dell’800 sembra defungere a Londra. Ma da allora non smetterà più di tornare, riapparendo dappertutto nel corso del Novecento, come una sorta di Zelig, accanto a Hitler o Gandhi, nei discorsi di filosofi e scrittori come sul comodino di Einstein. Seguire le sue avventure vuol dire, dunque, fare un lungo viaggio nel tempo e nello spazio. Ma soprattutto interrogarsi sul grande tema delle nostre credenze. Francesca Serra presenta con Marisa Caramella, Rosaria Guacci e Mirella Maifreda il suo romanzo La grande Blavatsky (Bollati Boringhieri 2016).

 

 

 Sabato 4 febbraio, ore18.00

 

 LabMi. La città del primum vivere.

Laura Minguzzi introduce due progetti che intendono dotare Milano della memoria di donne che, nel corso della storia, si sono impegnate in un’opera eminente di civiltà. È giunto il momento che Milano dia visibilità a donne che hanno fatto migliore la città? Presentano i due progetti: Lorenza Minoli, Micol Nardi.

 

 

 Mercoledì 8 febbraio, ore 18.30

 

 Nonostante il velo. Attraverso una serrata rete di interviste a donne dell’Arabia Saudita, raccolte in due anni di permanenza, Michela Fontana, autrice di Nonostante il velo (VandAePublishing 2016), giunge alla conclusione che, nonostante il velo, siano loro la grande risorsa di questo paese. Discutiamone con lei e con Jolanda Guardi. Presentano Donatella Massara e Laura Modini.

 

 

 Sabato 11 febbraio, ore 18.00

 

 L’Associazione Lucrezia Marinelli presenta When I Saw You (Quando ti ho visto) di Annemarie Jacir (92’, v.o. sott., Palestina-Giordania-Grecia-Emirati Arabi 2012). La regista giordano-palestinese Annemarie Jacir attraverso lo sguardo candido e visionario di un bambino, Tarek, costruisce una favola che diventa metafora dei suoi desideri e delle speranze di un intero popolo. Il film, una prima visione milanese, selezionato per Toronto e Berlino e premiato nei più prestigiosi festival del mondo arabo, ha rappresentato la Palestina come miglior film straniero agli Oscar 2013. La serata è organizzata con la collaborazione di Gabriella Grasso di Parallelo Palestina.

 

 

 Lunedì 13 febbraio, ore 18.30

 

La Quarta Vetrina. Artiste contemporanee raccontano la loro relazione con l’arte, i libri, le donne, i pensieri. Prosegue il ciclo curato da Francesca Pasini. Dal 13 febbraio al 13 marzo, Gabriella Ciancimino, dedica il trittico, Liberty Flowers, alle donne che dalla Sicilia a New York hanno contribuito alla diffusione del movimento anarchico, all’inizio del 1900. Dopo la visita della vetrina dall’esterno e dall’interno, incontriamo l’artista.

 

 

 Martedì 14 febbraio, ore 18.30

 

 LabMi per la città del primum vivere. Proseguono gli incontri. Vedi programma dettagliato in calce.

 

 

 Sabato 18 febbraio, ore 18.00

 

 Tra scienza e politica. Incontro con Elena Cattaneo, scienziata e biologa di fama internazionale, che dirige il Laboratorio di Biologia delle Cellule Staminali e Farmacologia delle Malattie Neurodegenerative. È anche senatrice a vita, nominata dal presidente Napolitano nel 2013 e in Parlamento si occupa di biotecnologie, Ogm, progetti di ricerca, diritto alla salute e molto altro. Del suo lavoro di scienziata e del suo impegno in Parlamento ha scritto nel libro Ogni giorno. Tra scienza e politica (Mondadori 2016). Sara Gandini e Laura Colombo ne parlano con l’autrice.

 

 

 Sabato 25 febbraio, ore 18.00

 

Scuola per l’alta formazione di donne. Per le donne, oggi, la grande sfida è stare dappertutto secondo una propria misura, perché il mondo sembra impermeabile a questa misura. Da un lato si è sviluppata enormemente la disponibilità di esperienze, teorie, autocoscienza, pratiche, esercizi di sovranità, ricerche filosofiche e politiche, prove di governo femminile. Dall’altro molte si assumono responsabilità di governo senza avere acquisito consapevolmente il patrimonio di sapere e sapienza femminili, che permetterebbe loro di non essere incluse nella forma mentis di tradizione maschile, e di conservare la sovranità e la creatività della differenza femminile. Da qui l’idea di realizzare una Scuola per l’alta formazione di donne partecipi dell’autorità femminile, che intendono intraprendere un’esperienza di governo. Sarà l’inizio di nuove istituzioni che segnano la fine del tempo del neutro maschile? Ne parliamo con Annarosa Buttarelli, prima ideatrice, in dialogo con Sara Gandini e Laura Colombo.

 

 

 Martedì 28 febbraio, ore 18.30

 

 LabMi per la città del primum vivere. Proseguono gli incontri. Vedi programma dettagliato in calce.

 

 

MARZO 2017

 

 Sabato 4 marzo, ore 18.00

 

Una rivolta nella rivolta: questo racconta Le donne e il prete. L’Isolotto raccontato da lei (Gabrielli Editori 2016) cinquant’anni dopo i fatti. Perché questo lungo silenzio? È una domanda che oggi dobbiamo porci senza cercare rifugio nel femminismo delle ovvietà. Lei è Mira Furlani, il prete era don Enzo Mazzi, figura illustre del rinnovamento cattolico postconciliare. Ne parleremo con Beppe Pavan di Pinerolo, che fu ed è amico di entrambi. Introduce Luisa Muraro.

 

 

 Sabato 11 marzo, dalle 10.00 alle 17.00

 

Convegno sulla Pratica della Storia Vivente.

La Comunità di Storia Vivente promuove un incontro per conoscere e diffondere questa pratica e i contenuti dellapropria ricerca ormai decennale. Nel corso della giornata alcune esporranno parti significative del loro ultimo racconto di Storia Vivente a cui si alternerà la discussione. La modalità scelta vuole portare le e i partecipanti nel vivo delle acquisizioni di questo modo di fare storia che ha ancora un’impronta di novità e di incandescenza. Partecipano anche altre realtà europee. La lettera-invito e le indicazioni di lettura si trovano in http://www.libreriadelledonne.it/convegno-sulla-pratica-della-storia-vivente

 

 

 Domenica 12 marzo, dalle 10.00 alle 13.30

 

Incontro di Via Dogana 3.

Redazione allargata di Via Dogana 3. Alcune proposte dei temi in discussione saranno come sempre annunciate qualche giorno prima sul sito della Libreria, www.libreriadelledonne.it, dove già trovate il resoconto degli incontri precedenti e i contributi.

 

 

 Martedì 14 marzo, ore 18.30

 

 LabMi per la città del primum vivere. Proseguono gli incontri. Vedi programma dettagliato in calce.

 

 

 Mercoledì 15 marzo, ore 18.30

 

La Quarta Vetrina. Artiste contemporanee raccontano la loro relazione con l’arte, i libri, le donne, i pensieri. Prosegue il ciclo curato da Francesca Pasini.

Dal 15 marzo al 9 aprile, Marina Ballo, con un’immagine di Milano vista dal basso, svela enigmi e sorprese ad altezza dei nostri passi. Dopo la visita della vetrina dall’esterno e dall’interno, incontriamo l’artista.

 

 

 Sabato 18 marzo, ore 18.00

 

L’Associazione Lucrezia Marinelli presenta il film Patience, Patience, T’iras Au Paradis (Pazienza, pazienza andrai in Paradiso) di Hadja Lahbib (86’, v.o. sott., Francia-Olanda-Gran Bretagna 2014). Negli anni ’60 migliaia di nordafricani si trasferirono in Belgio per lavoro insieme alle loro mogli. Cinquant’anni dopo a Bruxelles un gruppo di quelle donne si incontra, intreccia intense relazioni, scopre la vita al di fuori del quartiere e inizia, in un processo di riappropriazione e affermazione di sé e dei propri desideri, un percorso di libertà. Introducono Silvana Ferrari e Silvia Motta. Saranno presenti alcune rappresentanti dell’associazione di donne Dar El Kalimat.

 

 

 Sabato 25 marzo, ore18.00

 

Incontro con Milton Fernandez scrittore, regista, editore, dal 2011 direttore artistico del Festival della Letteratura di Milano ha raccolto nel suo volume Donne. Pazze, sognatrici, rivoluzionarie (Rayuela Edizioni 2015) trentaquattro storie di donne che attraversano le epoche e i paesi del mondo. Milton Fernàndez è un uomo che con profondo rispetto, gratitudine e stupore si dedica a raccontare le donne per quello che ovunque hanno sopportato e superato. È il suo modo per esserci. Perché le relazioni tra i sessi sono un mondo da scoprire, tutto meno che scontate. Introducono Sara Gandini e Laura Colombo, incuriosite da come si pone davanti alla grandezza e alla sofferenza femminile.

 

 

 Domenica 26 marzo, dalle 16.30

 

Festa in movimento con ricco aperitivo per la presentazione con Carmen Leccardi del libro di Donatella Massara,La Scuola Carla Strauss dall’arte del movimento al movimento in movimento (Edizioni Carla Strauss 2016). La scuola milanese, aperta nel 1927, ci dà occasione per parlare di ginnastica dolce e danza libera e di come siano connesse alla storia delle donne e del femminismo. È gradita la vostra prenotazione. Telefonare a Donatella 3343764251 o scrivere a donatella.massara@fastwebnet.it

 

 

Martedì 28 marzo, ore 18.30

 

LabMi per la città del primum vivere. Proseguono gli incontri. Vedi programma dettagliato in calce.

 

 

L’ottimo buffet, organizzato dal gruppo di cucina relazionale Estia, concluderà ogni iniziativa.

 

 

 

 

Programma di LabMi per la città del primum vivere

 

FEBBRAIO 2017 – MARZO 2017

 

LabMi è un laboratorio aperto a donne e uomini che amano Milano. Desideriamo migliorare una città internazionale aperta ai territori prossimi o lontani con i quali scambiamo relazioni. In LabMI veniamo come abitanti, residenti o temporanei/e. Portiamo l’esperienza dei nostri corpi sessuati acquisita praticando la vita quotidiana nei luoghi dove ci portano i compiti e i desideri. In quei luoghi lasciamo un’impronta di abitanti. Proponiamo due attività. Facciamo la mappa dell’impronta che una Lei ci racconta. Interpretiamo la relazione triangolare: l’impronta di Lei, l’assetto fisico/storico della città soggiacente, la sua idea di libertà. Milano che si va trasformando è amica di Lei/di me che pure sta/sto cambiando? Lasciamo generare da queste circostanze idee di progetto per una città del primum vivere. Qualche volta trattiamo temi generali.

LabMi è promosso da: Sandra Bonfiglioli, Bianca Bottero, Maria Bottero, Emilia Costa, Ida Farè, Stefania Giannotti, Laura Minguzzi.

 

Attività di FEBBRAIO

 

 Sabato 4 febbraio, ore 18.00

 

Laura Minguzzi, presidente del Circolo della Rosa, introduce due progetti che intendono dotare Milano della memoria di donne che, nel corso della storia, si sono impegnate in un’opera eminente di civiltà. È giunto il momento che Milano dia visibilità a donne che hanno fatto migliore la città? Presentano i due progetti: Lorenza Minoli e Micol Nardi.

Seguirà una cena di Estia.

 

 

 Martedì 14 febbraio, ore 18.30 – 20.00

 

La giornata è dedicata all’interpretazione dei racconti e mappe raccolti. Lavoriamo in modo nuovo. Una Lei che conosciamo sarà presente e seguiremo passo passo sulla mappa digitale alcuni luoghi che Lei percorre nella zona Ovest di Milano. Tracciamo sulla sua mappa alcuni caratteri fisici rilevanti che andiamo ad individuare e condizionano i modi di stare in/attraverso quel luogo.

 

 

 Martedì 28 febbraio, ore 18.30 – 20.00

 

 Una nuova Lei ci racconta i suoi modi di abitare. Lei è madre; svolge lavori/attività diversificati. Ha una formazione di alto livello. È un intreccio complicato che ci racconterà, assieme alla buona idea che ha avuto per migliorare la sua e la nostra vita a Milano.

 

Attività di MARZO

 

 Martedì 14 marzo, ore 18.30 – 20.00

 

 Una nuova Lei ci racconta i suoi modi di abitare. Lei viene dal Perù. È madre ed è sposata. A Milano ha costruito un’impresa, cura la sua famiglia che vive qui, mantiene le relazioni con la famiglia di origine che vive in Perù. Progetta il suo orizzonte futuro di vita pensando di vivere in uno spazio allargato dove ci sta Milano e ci sta anche il Perù. Sono i tempi dell’impegno qua e là che diventano davvero molto complicati. Milano è amica di una donna come Lei che vive già ora in spazi e tempi così inusuali? Sono usuali solo per donne migranti o invece lo sono anche per tutte noi donne?

 

 

 Martedì 28 marzo, ore 18.30 – 20.00

 

 Una nuova Lei ci racconta i suoi modi di abitare.

 

La stesura del programma è curata da Luciana Tavernini e Marina Santini

La presidente del Circolo della rosa Laura Minguzzi

Circolo della rosa utilizza la posta elettronica per diffondere messaggi di informazione e comunicazione sulle proprie attività, senza fini di lucro.

In relazione alle Leggi 675/96, 196/2003 e successive modifiche di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, si precisa che gli indirizzi e-mail provengono da nostre socie, da conoscenze personali di amiche/i e conoscenti, da contatti avuti in occasione delle nostre attività. Se questo messaggio vi è giunto per errore o non desiderate ricevere altre comunicazioni è sufficiente rispondere alla presente e-mail con la parola “REMOVE” e provvederemo immediatamente a togliere il vostro indirizzo dall’elenco.

Print Friendly