4 Luglio 2019

Il punto esclamativo

di Luisa Muraro


Rai Storia (canale 54) ha pensato di trasmettere un documentario sul femminismo, un’oretta scarsa in seconda serata. Né più né meno. Non sul femminismo di questi anni o delle origini, né di questo o quel paese, né per qualche motivo di novità o di svolta, in relazione a qualche tema o problema… no, nessuna precisa impostazione. Eppure, si tratta di un movimento che sta diventando globale e in Europa esiste, come nome, come realtà storica e come idea politica, da duecento anni e ha una lunga storia, sia pure intermittente, anche in Italia. E riguarda una dimensione dell’essere umano che è di prima grandezza: il fatto biologico della sessuazione, e il come si traduca nella storia e nelle culture.

Mah. Finalmente il documentario va in onda sabato 29 giugno 2019 alle ore 23, con questo titolo: “Femminismo!” E io sono ancora qui a chiedermi: che cosa vuol dire quel punto esclamativo? Piacevole sorpresa, spavento, oppure meraviglia, ma per che cosa? richiamo, grido di dolore, invocazione… Chi lo sa. La presentazione della guida TV non aiuta a trovare la risposta. Annuncia il racconto di una stagione lontana di conquiste che le ragazze di oggi considerano acquisite ma che si possono invece perdere, perché la storia va avanti e indietro. Come se la storia fosse un pendolo. Ad ogni buon conto le ragazze sono avvertite, anzi minacciate.

Su quell’oretta scarsa (nella quale compaio anch’io, mi hanno detto) ho ascoltato giudizi negativi; io non dico niente perché sabato 29 giugno ero occupata altrimenti, ero a Macerata per l’avvio della nuova stagione di un ciclo di conferenze, Non a voce sola, ideato da donne molto brave, femministe non della mia generazione né ragazze, donne dell’età di mezzo, nel pieno delle loro forze. Ci sono anche loro, anzi, ci sono soprattutto loro, lo dico per le più giovani: i guadagni del femminismo sono in buone mani, non giocate in difesa,

Quanto a Rai Storia, mi pare giusto aggiungere: si può fare meglio, ma avete una scusante, che raccontare il femminismo non è per niente facile.


(www.libreriadelledonne.it, 4 luglio 2019)

Print Friendly, PDF & Email