28 giugno 2017 ore 18.30

Scrittrici italiane


Scrittrici italiane.


Saveria Chemotti ed Emilia Cirillo conversano dei loro ultimi romanzi e racconti, pubblicati dall’Iguana editrice, con Rosaria Guacci e Mirella Maifreda.

È il corpo con la sua viva sostanza e, insieme, con il suo bisogno di trascendenza, a essere protagonista di queste narrazioni. Cosa avviene nel corpo di Colomba, che ha nel nome un destino, quando smette di volar basso come ha fatto per tutta la vita e pretende di alzarsi da terra? (Emilia Cirillo, “Potrebbe trattarsi di ali”). E come affrontano il desiderio di maternità, le due amiche che in “Ti ho cercata in ogni stanza” di Saveria Chemotti hanno già in precedenza scoperto nell’altra un corpo da abbracciare, il calore di sentimenti mai provati e la reciproca femminilità saggiata come un nuotatore, una nuotatrice saggia l’acqua? Narratrici iguanesche”, così come le definisce l’editrice dell’Iguana che le pubblica, come l’animaletto dell’omonimo romanzo dell’Ortese, nascosto sotto un tavolo durante un noioso banchetto di soli uomini, hanno fame. Fame di storie vere. Una fame che risponde a quella speculare delle loro lettrici e lettori. “Tu che mi leggi aiutami a nascere”, scrive Clarice Lispector in una pagina del suo “Acqua viva”. In effetti II significato di un libro non è mai solo in ciò che è, ma in ciò che siamo noi dopo averlo letto.

Print Friendly, PDF & Email