28 Gennaio 2020

Programma marzo 2020


Libreria delle donne

Via Pietro Calvi, 29 – 20129 Milano

Tel.0270006265

info@libreriadelledonne.it  www.libreriadelledonne.it



Sabato 7 marzo 2020, ore 18.00


Momenti di essere
, raccolta postuma di note autobiografiche di Virginia Woolf, tra il 1907 e il 1940, ripubblicata da Ponte alle grazie 2020. Liliana Rampello, curatrice del libro, in dialogo con Sara Sullam, traduttrice delle pagine inedite, ci guida nello splendore di una scrittura in cui troviamo memorie familiari, l’incanto dell’infanzia, l’esperienza del gruppo di Bloomsbury. Dal ritratto all’elegia, dall’autoanalisi alla commedia sociale, alle riflessioni su morte e passato perché “L’emozione si espande col tempo”. Introduce Luciana Tavernini.



Martedì 10 marzo 2020, ore 18,30


“La lingua è l’unica terra che ti porti dietro dentro.” Antonella Doria gioca con il corpo delle parole, materia viva come le pennellate nella pittura impressionista e ci porta in situazioni che prendono forma insieme alle emozioni. Millantanni (il Verri edizioni) una Trilogia che raccoglie – “medi terraneo”, “Metro Pòlis” e “Millantanni”- tre libri scritti in quasi 20 anni. Parleranno con l’Autrice le poete Giulia Niccolai, che ha scritto l’introduzione, e Milli Graffi, direttrice della Collana. Introduce Luciana Tavernini.



Sabato 14 marzo 2020, ore 18.00

Parlar bene delle donne 2020. A due anni di distanza riprendiamo l’invito di Luisa Muraro. La scommessa non è la libertà delle donne – quella è in corso – ma il cambio di civiltà per donne e uomini. Una volta l’avremmo chiamata rivoluzione. Aprono la discussione Lia Cigarini e Giordana Masotto.




Sabato 21 marzo 2020, ore 18.00

Maria Morelli
, che insegna Storia del teatro femminista ed è autrice di Il teatro cambia genere,  assieme a  Laura Modini presenta Donne che attraversano la scena teatrale di Donatella Massara, VandAepublishing 2019, sette pieces teatrali che l’autrice ha scritto e messo in scena dal 2014 al 2019 per la compagnia teatrale Donne di parola. Le nostre amiche ci porteranno alla scoperta di una tradizione italiana di teatro femminista che si sviluppa dagli anni ’60  fino a oggi. Lettura scenica con Domitilla Colombo e Diana Quinto.



Sabato 28 marzo 2020, ore 18.00

L’Associazione Lucrezia Marinelli presenta Zen sul ghiaccio sottile, Italia 2018, primo lungometraggio della giovane regista Margherita Ferri, vincitore del programma Biennale College del Festival di Venezia 2017/2018 e del Premio Solinas per la sceneggiatura. E’ un racconto di formazione, la storia di Maia, detta Zen, sedicenne  tormentata e solitaria, bullizzata dai coetanei per il suo mostrarsi “un maschiaccio”. Un film sulla complessa ricerca di sé e della propria sessualità negli anni inquieti dell’adolescenza. Introduce Silvana Ferrari.



Print Friendly, PDF & Email