21 Maggio 2022 ore 9.30

Gravidanza e genitorialità tra intimità e mercato


Milano, Museo del Risorgimento, Palazzo Moriggia, Via Borgonuovo 23, Sala delle Conferenze. La Rete Dichiariamo organizza il convegno Gravidanza e genitorialità tra intimità e mercato. Donne dei movimenti interpellano donne delle istituzioni. Sabato 21 maggio 2022 dalle 9.30 alle 14. «Il progetto di vita di diventare madre o padre è molto significativo per l’autorealizzazione della persona e l’infertilità è un impedimento che porta a rivolgersi alla medicina riproduttiva. Si tratta di un ambito non commerciale in Italia, ma in altri paesi è un promettente campo di investimenti e profitti. Esistono differenze che conviene mantenere: il corpo non è un bene patrimoniale, generare non è produrre, nascere non è essere fabbricati.» Era programmato a Milano per il week end 21 e 22 maggio il salone “Un sogno chiamato del bebè”, già tenuto in Francia nell’anno passato dove aveva causato la protesta della rete internazionale CIAMS (abolition-ms.org) perché tra le tecniche di aiuto alla fertilità promuoveva anche l’utero in affitto. Grazie alle proteste di molte femministe italiane, il salone milanese è stato sospeso e rinviato al 2023. La rete di donne creata a quest’anno con il nome Dichiariamo (che allude alla womensdeclaration.com) aveva pensato per l’occasione a un appuntamento di critica alla mercificazione della gravidanza sabato 21 maggio 2022, appuntamento che è stato confermato per l’importanza della questione. Tra le donne che interverranno, una giornalista spagnola della CIAMS. L’ingresso è libero.

Print Friendly, PDF & Email