13 Novembre 2021 ore 18.00

Apriti, mare! l’ultimo romanzo di Laura Pariani

L’ultimo romanzo di Laura Pariani, Apriti, mare! è una distopia che si muta in favola: eventi terribili hanno fatto collassare il mondo di prima e ucciso tutti gli adulti sopra i quindici anni, azzerando ogni memoria; in seguito ha prevalso … >

16 Ottobre 2021 ore 18.00

Una serata per Mimmo Lucano

Solidarietà senza confini: una serata per Mimmo Lucano con proiezione del documentario Riace pane rose e solidarietà senza confini, regia di Pino Procopio, da un progetto di Imelda Bonato (Italia, 2006, 50’). Ne discutiamo con Giovanna Procacci che ha seguito … >

3 Ottobre 2021
Doppiozero

Risarcire Camille Claudel

di Anna Toscano
Il tempo restituisce cautamente spazio e forma, voce e luce alla figura e alle opere di Camille Claudel. Se penso alle vicende di questa artista, che visse sempre controvento a cavallo tra Ottocento e Novecento, mi viene in mente una clessidra in cui i granelli di sabbia determinano luci e ombre, anche sulla sua scultura. >

28 Settembre 2021 ore 18.00

Piera Oppezzo, Esercizi d’addio. Poesie inedite 1952-1965

Nella Corte d’Onore della Biblioteca Sormani, con prenotazione obbligatoria sul sito https://www.affluences.com/biblioteca-sormani a partire da 7 giorni prima dell’incontro. Disponibile su App per dispositivi mobili. Accesso con Green Pass, documento d’identità e mascherina. Amore/Ti amo, per le infinite/strade del mondo,/per i … >

25 Settembre 2021
vitaminevaganti

Marija Gimbutas. Il segno trasformativo

di Giuseppina Massarelli
Avvicinarmi al culto della Dea ha significato per me stabilire un legame profondo con le antiche culture che la rappresentavano; non solo mi ha incuriosito, ma ha travolto la mia vita. Non voglio scrivere di Marija Gimbutas quanto piuttosto riflettere su come la conoscenza delle sue scoperte sia stata in grado di incidere un segno trasformativo dentro di me. >

2 Settembre 2021
Ohga!

Dipinge sulle macerie di Kabul: Shamsia Hassani sfida i talebani con la sua arte

di redazione Ohga!
Shamsia Hassani è la prima street artist e attivista donna a colorare gli edifici distrutti dai bombardamenti della sua città in Afghanistan. Per le strade di Kabul ha dipinto donne con gli occhi chiusi e senza bocca, ma che continuano, in una società patriarcale che non dà loro una voce, a rincorrere i propri sogni. >