6 Dicembre 2016
il manifesto

Autobiografia di una generazione politica

di Luciana Castellina
Lea l’abbiamo conosciuta assieme – Rossana Rossanda e io – e così, per qualche ragione che in seguito ci fu più chiara, si instaurò fra di noi un rapporto particolare. >

10 Novembre 2016
Comune-info.net

Risposta di una professoressa

di Antonietta Lelario | La Lettera a una professoressa della scuola di Barbiana di don Milani scoppiò nel ’67 come una bomba scuotendo l’opinione pubblica, denunciando e mostrando come la selezione che avveniva nella scuola pubblica italiana fosse “di classe” >

10 Novembre 2016
il manifesto

E infine la vita, «nuda come un osso»

di Liliana Rampello | Virginia Woolf. Quando la scrittrice inglese si confrontò con le prose brevi. Da oggi in libreria «Oggetti solidi». Un’anticipazione di parte dell’introduzione al volume. Dal 1906 al 1941, seguono la pubblicazione inglese curata da Susan Dick. Ora per Racconti edizioni >

6 Novembre 2016

Riletture: Virginia Woolf, Le Tre Ghinee. DEAR FELLOW OUTSIDER

di Sara De SimoneContributo di Sara De Simone, dottoranda della Normale di Pisa, al ciclo “Riletture”, 11 ottobre 2016, ideato da Alessandra Bocchetti per la Casa Int. delle donne di Roma.   «Se dovessi fare un posto a questo capolavoro … >

26 Ottobre 2016
www.noidonne.org

Quando il management è donna

Il libro di Luisa Pogliana, Esplorare i confini. Pratiche di donne che cambiano le aziende >

6 Ottobre 2016
Internazionale

Tra new age e follia omicida

di Alex Clark, The Guardian | Emma Cline, Le ragazze, Einaudi, 344 pagine, 18 euro >

6 Ottobre 2016
Stoner

“Elizabeth Jane Howard, la scrittrice che consiglio a tutti”

di Hilary Mantel | Gli splendidi e sottovalutati romanzi di Elizabeth Jane Howard sono stati sempre messi in ombra dalla sua turbolenta vita privata. Ma il vero motivo per cui sono sottovalutati è che sono considerati libri “sulle donne, scritti da una donna”? >

16 Settembre 2016
Il Sole 24 ore

Campiello a Simona Vinci e all’amore femminile sullo sfondo dell’orrore

di Lara Ricci
La giuria popolare del Premio Campiello ha trasformato in realtà lo slogan contenuto nel nome di Simona Vinci, che si è aggiudicata ieri sera il riconoscimento letterario conquistando 79 voti su 280 validi. Una cinquina, questa della 54esima edizione, connotata da un forte impegno civile e, per 4 dei 5 romanzi, da uno stretto legame con fatti storici del secolo passato. >