8 Luglio 2016

Troppo facile parlar male delle donne

di Massimo Lizzi | Sul Corriere della Sera del 21 giugno, il giornalista scrittore Corrado Stajano elogia «Le donne della repubblica»: il libro edito dal Mulino; le donne ritratte nel libro «simbolo dei momenti alti del Paese»; e le autrici che «le raccontano con amabilità, con rigore, senza retorica». Alla fine chiosa: «Forse con un po’ di invidia». Per inciso, il recensore si immalinconisce nel fare un paragone «tra la forza, la cultura, il coraggio di donne come Ada Gobetti, Camilla Ravera, Nilde Iotti, Tina Anselmi e le ministrine di oggi, insipide ma arroganti, attente, sembra, soprattutto al colore del loro tailleur». >

30 Giugno 2016

Uomini che prendono la parola

di Eugenio Gargiulo | A Foggia si è costituito un gruppo di uomini che si è sentito chiamato in causa dai ripetuti casi di femminicidio e violenza contro le donne, per riflettere insieme sulle radici di questi fenomeni. Abbiamo poi elaborato un breve documento in preparazione di un sit-in che si è svolto a Foggia il 27 giugno 2016. >

24 Giugno 2016

Lettera d’invito a LabMi/5

di Sandra Bonfiglioli, Bianca Bottero, Maria Bottero, Emilia Costa, Ida Farè, Stefania Giannotti, Laura Minguzzi
Martedì 28 incontriamoci per concludere questa fase primaverile con una riflessione collegiale. >

15 Giugno 2016

Parma un ricordo di Rosetta Stella

di Sandra Montani | Alla libreria delle donne Mauretta Pelagatti di Parma, organizzammo una serie di presentazioni di libri di varie autrici e dei loro diversi percorsi politici, fino ad arrivare alla politica delle donne. >

10 Giugno 2016

Nilde Iotti e i comunisti me li ricordo bene

di Massimo Lizzi | Un libro piccolo e breve, dedicato a Nilde Iotti, poco meno di cento pagine. L’ho letto tutto d’un fiato sul treno, mentre da Torino andavo alla Libreria delle donne di Milano, dove è stato presentato sabato 4 giugno da Luisa Cavaliere, autrice del libro (per la collana Italiane, Maria Pacini Fazzi ed. 2016), insieme con Lia Cigarini, esponente storica del movimento delle donne, iniziatrice del primo gruppo femminista italiano (DEMAU) e Luciana Castellina, dirigente del PCI e giornalista fondatrice del Manifesto. >