14 Marzo 2022
#VD3

Presenti, piacere e rinascite infiniti

di Cettina Tiralosi
Il racconto de Le Compromesse all’incontro di VD3 mi ha riportato alla mente i ritratti delle mie giovani amiche de Le Ri-Pensanti, il mio primo gruppo femminista costituito a Catania nel 1990… >

14 Marzo 2022
corriere.it

Cognome materno in Formula 1

di Redazione Sport
Un uomo trova incomprensibile non portare il cognome materno. Mi sembra buon segno. E se l’uomo è un competitivissimo pilota di Formula 1 e non un tipico amico del femminismo, mi sembra che il segno sia ancora migliore. (Silvia Baratella) >

14 Marzo 2022
D - la Repubblica delle donne

Patriarcato: il passato che non può tornare

di Ida Dominijanni
«Il patriarcato è finito, non ha più il credito femminile ed è finito». Cominciava con quest’annuncio eclatante e impertinente, nel 1996, un testo della Libreria delle donne di Milano intitolato È accaduto non per caso. Quell’annuncio fece scandalo, anche all’interno del femminismo. Si era appena conclusa la Conferenza mondiale di Pechino sui diritti delle donne, dove s’era visto quanta strada era stata fatta ma anche quanta ne restava da fare per realizzare l’obiettivo dell’empowerment femminile: come si poteva sostenere che il patriarcato fosse finito? >

14 Marzo 2022
la Repubblica

Non strappateci i nostri bambini

di Maria Novella De Luca
A Ginevra Amerighi la figlia di 18 mesi è stata strappata dalle braccia dieci anni fa. Strappata, letteralmente, da otto assistenti sociali spalleggiati da un’ambulanza con un pool di medici pronti a sedare Ginevra con la forza. «Era il 23 marzo del 2011, il pianto della mia bambina continua nel ricordo a squarciarmi il cuore.» Laura Massaro vive in un bunker di paura dopo ripetuti assalti di forze dell’ordine e servizi sociali decisi a portarle via il figlio, 12 anni, per ricoverarlo in una casa-famiglia con divieto di contatti con la madre. >

13 Marzo 2022
il Fatto Quotidiano

Edith Bruck: «Anche con una pistola, papà non ci avrebbe evitato il lager»

di Antonello Caporale
Se suo padre avesse avuto in mano una pistola o un fucile quando i soldati sfondarono la porta di casa, la storia della sua famiglia avrebbe potuto avere un esito diverso. Forse vi sareste salvati. Falso. Ci avrebbero massacrato ugualmente e – se ne avessero avuto le capacità – con una crudeltà ancora più maggiore. >

12 Marzo 2022
Le Monde Diplomatique

Abusi digitali

di Serge Halimi
La digitalizzazione accelerata dei servizi pubblici francesi ha ormai toccato ambiti vitali come la richiesta di certificati anagrafici, il pagamento delle tasse o la richiesta del permesso di soggiorno. >

12 Marzo 2022
il manifesto

La galera per un fiore. Lotta delle femministe russe

di Kamila Renzi
Il terrore repressivo si abbatte ora in Russia indistintamente sugli intellettuali, sui militanti di sinistra, e sulle femministe. Ma è un fatto che le nuove leggi colpiscono in primo luogo le donne. >