21 Marzo 2019
27esimaora.corriere.it

La scienziata Karen Uhlenbeck è la prima donna «Nobel» per la matematica

di Sandro Orlando
L’americana Karen Uhlenbeck, professoressa emerita all’Università del Texas di Austin, è la prima donna a ricevere dall’Accademia norvegese delle scienze e delle lettere il premio Abel 2019, anche noto come il «Nobel della matematica», per le sue ricerche nel campo dell’analisi, la geometria e la fisica matematica. «Non posso ancora crederci, sono molto felice», ha commentato Uhlenbeck, 76 anni, in uno scambio di mail con il quotidiano spagnolo El País, «spero che questo dimostri che una gran varietà di persone può contribuire alla matematica ai livelli più alto». >

14 Marzo 2019
il manifesto

Cara Virginia Raggi, la Casa delle donne è l’università del futuro

di Vandana Shiva
in occasione del mio intervento per l’inaugurazione di «Feminism», la Fiera dell’editoria delle donne in Italia, presso la Casa Internazionale delle Donne, sono stata messa a conoscenza del fatto che questo luogo sta per chiudere e che la concessione dello stabile di Trastevere è stata revocata dal Comune di Roma. >

13 Marzo 2019
il manifesto

La svolta istituzionale di una lingua antica

di Francesca Maffioli
Creata nel 1634, l’Académie Française ha deciso pochi giorni fa di riconoscere i nomi femminili di mestieri, funzioni, titoli e gradi. A colloquio con Anne Emmanuelle Berger che dirige il «Legs» di Paris VIII. >

12 Marzo 2019

Women in politics

di Patrizia Toia
Pochi lo sanno ma la prima programmatrice di computer al mondo si chiamava Ada Lovelace Byron. Durante la prima metà dell’Ottocento, fu lei a rendere programmabile la “macchina analitica” e a prefigurare il concetto di intelligenza artificiale. >

12 Marzo 2019
Corriere della Sera

Durissima condanna a Nasrin Sotoudeh

di Viviana Mazza
Trentatré anni di prigione e 148 frustate, solo per aver svolto il suo lavoro di avvocata. È il verdetto emesso contro Nasrin Sotoudeh, che dallo scorso 13 giugno è rinchiusa nel famigerato carcere di Evin con una condanna a cinque anni (il totale ora è di 38) >