28 Maggio 2020

Il silenzio degli innocenti

di Antonio Loffredo
Quando Lola, mia moglie, mi ha chiesto se avevo voglia di trasformare in parole scritte i miei pensieri sulla violenza maschile contro le donne era appena scoppiata la crisi per il Coronavirus e, quindi, mi sono detto che non era il momento giusto. >

16 Maggio 2020

L’emergenza umanitaria dello stupro a pagamento

di Silvia Baratella
Ho letto su il manifesto del 12 maggio 2020 un articolo che mi sarei aspettata di trovare su un quotidiano ultraliberista, di quelli disposti a tutto pur di fare Pil, di quelli che travestono precariato e caporalato da “libera iniziativa imprenditoriale” e considerano dannoso “statalismo” la previdenza sociale e il servizio sanitario universale. >

12 Maggio 2020

Salto della specie

Vulnerabilità, relazione, interdipendenza, cura. Sono parole tratte dall’esperienza comune femminile, che il lessico politico e teorico femminista ha fatto proprie e elaborato per decenni. >

11 Maggio 2020

La politica di papa Francesco è politica

di Luisa Muraro
“Perché la Chiesa riesce meno a fare politica” s’intitola un articolo che comincia nella prima pagina del Corriere della sera di domenica 10 maggio. Letto l’articolo, la risposta è semplice: perché non fa la politica che piace all’autore dell’articolo, Ernesto Galli della Loggia, e ai suoi amici, che forse non sono tantissimi ma sono potenti. >

9 Maggio 2020

Protagonismo femminile

Clara J. e Luisa M. suggeriscono per il tempo presente questo pensiero di Annarosa Buttarelli >

4 Maggio 2020

Io non finisco con me

di Luisa Pogliana Le donne sono più interessate a coltivare la vita che a coltivare un’illusione di immortalità. Alla mia età non ho problemi finanziari, ho una casa spaziosa, insomma, condizioni materiali più fortunate di altre per vivere questa reclusione. … >

2 Maggio 2020

App Immuni

di Francesca Graziani
Prima di entrare nel merito dell’app Immuni – che è la questione per cui scrivo – devo fare una parentesi personale: non sono certo una ‘smanettona’; non che io sia antitecnologica perlomeno per ciò che riguarda la musica (dai primi walkman all’Ipod). >