15 giugno 2018

Due madri: facciamo chiarezza

di Clara Jourdan
A Milano dal 6 giugno scorso i figli e le figlie di quattro coppie di donne hanno ufficialmente due mamme. Una bella notizia. La registrazione nell’atto di nascita avvenuta con una cerimonia pubblica in municipio era stata preceduta tre settimane prima da una dichiarazione del sindaco Giuseppe Sala, in risposta a una lettera pubblicata sul Fatto Quotidiano in cui due mamme avevano chiesto a Palazzo Marino di seguire l’esempio di Torino: «Non è una forzatura della legge, anzi. >

15 giugno 2018

Manifesto contro la normalizzazione gay

di Alain Naze
Non si tratta di chiedersi, semplicemente, perché i gay vanno a destra. L’autore respinge in partenza una simile impostazione, perché confonde il sintomo e il male reale. Se le idee islamofobe e razziste hanno potuto insinuarsi nella “comunità omosessuale”, ciò si deve a un problema ben più strutturale: la normalizzazione, voluta dagli interessati non meno che promossa dallo Stato, di tutta una parte delle persone gay e lesbiche. >

8 giugno 2018

Il linguaggio della legge Merlin, silenzi compresi

di Chiara Calori
Lina Merlin aveva gli strumenti giusti per leggere la prostituzione e sapeva di dover partire da ciò che realmente era (ed è): una scelta imposta per la donna, la sua mercificazione da parte del sistema. >

1 giugno 2018

La storia non è un prato da falciare

di Luisa Muraro
Il Centro culturale Villa Pallavicini (via Meucci 3, Milano), alle 18.30 di lunedì 4 giugno, ospiterà un incontro pubblico e conferenza stampa in vista di un’opera commemorativa in piazza Vetra, che vuol essere In memoria delle cosiddette streghe. >

31 maggio 2018

Cliente? Chiamiamolo con il suo nome

di Massimo Lizzi
Ho sempre visto la prostituzione come una condizione di servitù sessuale e non ho mai creduto possibile riconoscerle una dignità, tanto meno per mezzo di una legittimazione giuridica o di un linguaggio mutuato dal lessico professionale, commerciale o da qualche inglesismo. >

29 maggio 2018

La tragedia di Francavilla e l’incidente di Avvenire

di Luisa Muraro
Non trovarsi in sintonia con i propri lettori e lettrici, è un incidente che può capitare, ma quello capitato al quotidiano cattolico Avvenire è così grave che somiglia al deragliamento di un treno. Sulla fine violenta della famiglia di Francavilla, madre, bambina e padre, la giornalista Marina Corradi ha scritto un commento sbilanciato e impressionante, fuori dai binari del buon senso, e si è portata dietro il giornale nella persona del suo direttore, Marco Tarquinio. >

21 maggio 2018

Italia e Irlanda sull’aborto e altri confronti

Intervista di Clara Jourdan a Luisa Muraro
Il 25 maggio 2018 ci sarà in Irlanda un referendum per rendere possibile al parlamento di fare una legge in favore delle donne che chiedono di poter abortire senza andare all’estero. >

18 maggio 2018

Le donne sono qui

Questa lettera è indirizzata alle donne che oggi siedono in Parlamento. >

Pagina 1 di 7112345...102030...Ultima »