26 Gennaio 2014
Corriere della sera

Oplà, scrivere come parlano i bambini

di Ida Bozzi

Uno degli espedienti più rischiosi in un romanzo di formazione sull’infanzia è la mimesi della voce dell’innocenza, cioè l’imitazione del linguaggio infantile e delle osservazioni candide dei bambini.

>

13 Gennaio 2014
exibart.com

La mia Africa, e non solo

Intervista a Paola Mattioli di Matteo Bergamini
Il pretesto per incontrarci e parlare, stavolta, è dato dal libro Mémoires d’Afrique.

>

10 Gennaio 2014
il manifesto

La libertà di negare le regole del dominio

di Alessandra Pigliaru

Dopo il bell’esordio di Undici (2008), fina­li­sta al Pre­mio Cal­vino del 2007, Mia figlia fol­lia (2010) e Ogni madre (2012), tutti editi per le edi­zioni nuo­resi Il Mae­strale, adesso arriva un’ulteriore con­ferma: Savina Dolo­res Massa è una scrit­trice molto brava e leg­gerla è un’esperienza di bel­lezza che ci si dovrebbe saper con­ce­dere.

>

10 Gennaio 2014

TAM TAM di Vita Cosentino

di Antonietta Lelario

Noi abbiamo ereditato dal pensiero maschile una visione misera del presente, di ciò che è vicino o piccolo.

>

1 Dicembre 2013
Il Sole 24 ore

Annarosa Buttarelli, Sovrane. L’autorità femminile al governo

di Gianluca Briguglia
Christine de Pizan, al termine del Medioevo, in un libro che non smette di stupire, immaginava una città costruita secondo i suggerimenti di Ragione, Rettitudine e Giustizia, una città fortificata chiamata la città delle dame, la città delle donne.

>

18 Novembre 2013
www.donnealtri.it

Doris Lessing, consapevole di essere donna

di Anna Maria Crispino
Quando nel 2007 le fu assegnato il Premio Nobel per la Letteratura – riconoscimento atteso da anni, sin dalla pubblicazione de Il taccuino d’oro (1962) – alcuni commentatori sostennero che il Premio arrivava troppo tardi: non solo perché Doris Lessing aveva 88 anni, ma perché le “tematiche femminili” che trattava erano ormai superate.

>

16 Novembre 2013

I silenzi di Carson McCullers

C’è una fotografia di Carson McCullers fatta dodici anni fa da Cartier-Bresson: con la frangetta, le calze di lana bianca al ginocchio, le scarpe basse, una sigaretta in mano, il viso chiuso in una interrogazione che è anche una sfida, la scrittrice, a trent’anni, fa pensare alle adolescenti dei suoi libri, dure e sensibili.

>