22 Marzo 2018

C’è del femminismo anche nei reality

di Serena Fuart
I reality mostrano a volte uno spaccato vero della società, mostrano personaggi più o meno famosi, che, nonostante sappiano di essere ripresi e sicuramente abbiano anche degli script da seguire, in qualche occasione non possono far altro che mostrare la loro vera natura: omofobi, sessisti, addirittura soggetti che incitano l’amico a uccidere la propria ex-moglie. >

9 Marzo 2018

Il gesto di McDormand

  di Chiara Calori   Il film Tre manifesti a Ebbing, Missouri continua a fornire spunti di riflessione, questa volta indirettamente, grazie a Frances McDormand e al suo discorso di ringraziamento per l’Oscar alla migliore attrice protagonista. Questo tipo di … >

7 Marzo 2018

8 marzo, Preghiera delle madri

di Silvana Panciera
“Prayer of the Mothers” è una canzone che riunisce donne ebree e musulmane. Ha accompagnato la marcia del 4 ottobre 2016, lunga 200 km (124.28 miles), nella quale centinaia di donne hanno marciato verso Gerusalemme per chiedere la pace. >

3 Marzo 2018
Libreria delle donne di Firenze

La regina è morta, viva la regina!

Dopo quasi quaranta anni di attiva presenza culturale in città, la Cooperativa delle Donne – che gestiva dall’8 marzo del 1980 la Libreria delle Donne di Firenze – è stata posta in liquidazione volontaria a causa delle crescenti difficoltà economiche legate alla crisi del mercato librario italiano. >

23 Febbraio 2018

Anch’io

di Sara Gandini

«Responsabilità genitoriale» era il titolo dell’incontro organizzato da Differenza Donna, una ONG amministrata da figlie del movimento femminista, che a Roma gestisce alcuni Centri antiviolenza.
>

16 Febbraio 2018

S-conforto

di Umberto Varischio
«Quanto dicono diverse signore francesi, tra cui Deneuve, ci è di conforto». Questo scriveva Michele Serra sulla sua rubrica “L’amaca” (Repubblica, 11 gennaio 2018). >

9 Febbraio 2018

Che cosa ci sta capitando?

di Luisa Muraro
Un giorno, ho chiamato Rosetta Stella (se non la conoscete, chiedete di lei) e le ho detto: scendi in strada, vendi quello che hai, comprati una spada e andiamo. Era il nostro stile, un po’ biblico, adesso lei è morta (era nel suo stile farci delle sorprese) ma, se fosse viva, tornerei a dirglielo. >